Biagio Agnes

Serino ricorda Agnes: il libro di Biazzo e la cittadinanza onoraria a Simona, figlia del “giornalista al potere”

SERINO – Si terrà domani, venerdì 3 febbraio, alle 17:30, nell’Aula Consiliare del Comune di Serino, la presentazione del libro di Salvatore Biazzo dal titolo “Biagio Agnes. Un giornalista al potere“, edito Rai Eri.

Fiera Di Calitri prova

All’evento, organizzato dal Comune di Serino e fortemente voluto dal Sindaco Vito Pelosi, interverranno, oltre all’autore e al Sindaco, Ottavio Lucarelli, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Carmine Festa, Caporedattore del Corriere del Mezzogiorno. Le conclusioni saranno affidate all’Onorevole Giuseppe De Mita.

Al termine della presentazione, sarà consegnata la “Cittadinanza Onoraria” a Simona Agnes, presidente della Fondazione Biagio Agnes, “in segno di stima e di apprezzamento per il costante impegno nella comunicazione a livello nazionale e per la diffusione della cultura del nostro territorio – ha illustrato il Sindaco Vito Pelosi -, con particolare riferimento alla nostra Città di Serino verso la quale ha mostrato concretamente forte interesse e grande attenzione, oltre che un profondo segno di appartenenza”.

Simona Agnes
Simona Agnes

In questa prima biografia autorizzata, si ricordano la figura e la storia di Biagio Agnes, giornalista e uno dei più longevi e illuminati Direttori Generali della Rai. Dirigente innovatore e creativo, fu lui a realizzare Televideo e a ideare “Check-Up”, trasmissione che raggiunse il più alto indice di gradimento mai toccato (90 per cento). Sua anche la creazione del Tg3, con il quale si perfezionava il disegno politico e aziendale di apertura al Pci, quella che fu definita la “lottizzazione perfetta”. Aveva aderito alla “Sinistra di Base” i cui esponenti, suoi amici fino alla fine, diventeranno la classe dirigente del Paese, ma fu sempre autonomo rispetto al potere, e della politica si servì nella difesa del Servizio pubblico.

“La sua vita, insomma, è un romanzo: quello dell’Italia e della nostra televisione”, afferma Salvatore Biazzo per oltre trent’anni in Rai, come redattore, inviato e caporedattore, e oggi docente presso la Scuola di giornalismo dell’Università di Salerno, fondata proprio da Biagio Agnes.