Progetto Pilota catasto convenzione

Progetto Pilota, si ricomincia dal catasto: firmata la convenzione

NUSCO – Mezzora di riunione, la firma di (quasi) tutti i sindaci ed ecco la prima gestione associata all’interno del Progetto Pilota.

pa_banner

A due mesi dall’ultimo incontro, l’assemblea dei sindaci è tornata a Nusco, presieduta sempre da Ciriaco De Mita. I primi cittadini hanno apposto la propria firma (accompagnata dal timbro del rispettivo Comune), in calce alla convenzione per la gestione associata della funzione catasto, “ad eccezione delle funzioni mantenute allo Stato dalla normativa vigente”.

Si tratta di una convenzione della durata di tre anni, nella quale viene stabilito che il Comune capofila è il Comune di Nusco. Proprio il catasto e l’informatizzazione digitale erano state individuate già nell’agosto del 2015, durante una riunione tenuta presso la sede della Provincia di Avellino, come le prime delle funzioni da condividere tra i comuni, scelte tra le undici previste dalla legge 56/2014, la legge Delrio. Al contrario della gestione catastale, votata prima dai rispettivi consigli comunali, l’informatizzazione digitale non ha ancora attraversato il passaggio delle diverse assisi. I sindaci si sono perciò dati venti giorni di tempo per portare a compimento questo passaggio istituzionale, dopodiché si tornerà in assemblea e si firmerà una nuova convenzione riguardante la materia, per la quale, si è ipotizzato ieri, il Comune capofila dovrebbe essere quello di Torella dei Lombardi.

Come detto, quella di ieri è stata una riunione monotematica. Un po’ a sorpresa, in realtà, considerate le dispute delle scorse settimane sulla questione rifiuti, che non è stata per nulla sfiorata dai sindaci.

  • Leggi qui per scoprire cosa prevede la convenzione