Sturno-Gesualdo

Il Gesualdo sbanca “Il Castagneto”: Sturno sorpassato, playoff nel mirino

di Francesco Aufiero

pa_banner

STURNO – Va al Gesualdo lo scontro diretto per l’ultimo posto utile nei playoff del Girone D del campionato di prima Categoria.

Al “Castagneto” di Sturno, gli ospiti si impongono per 2-0. Partita tutto sommato equilibrata, all’inizio senza occasioni da gol. I locali reclamano un rigore per fallo del portiere avversario, in uscita su Pascucci, ma l’arbitro lascia proseguire. Alla mezzora doppia ammonizione e doccia anticipata per Fienco, che lascia lo Sturno con un uomo in meno. Il risultato si sblocca al 44’ su un calcio d’angolo fortemente contestato dai giocatori di casa. Dalla successiva battuta, si crea una mischia in area e da pochi passi insacca Savino. Nella ripresa, i locali attaccano ma senza rendersi mai pericolosi, gli ospiti provano a sfruttare l’uomo in più: Caracciolo conclude fuori in un paio di occasioni ma poi, al 32’, su un preciso cross di Memmolo insacca di testa, incrociando sul palo opposto. Sul finire, Sturno addirittura in nove per l’espulsione di Grella. Per il Gesualdo vittoria meritata, che apre nuovi orizzonti.

I gesualdini si caricano prima della gara
I gesualdini si caricano prima della gara

Alfonso Pugliese, allenatore del Gesualdo, giudica così la gara :”E’ stata una partita brutta, poco giocata da entrambe le parti, maschia. Noi siamo stati bravi a tenere il campo, fortunati a sbloccarla nel primo tempo. Nella ripresa eravamo contratti, in ogni caso il nostro portiere è stato inoperoso per tutta la gara. Non abbiamo giocato bene, ma sono contento perché i miei hanno saputo gestire la partita”. Cambiano gli obiettivi, non solo una tranquilla salvezza: ”Giocheremo domenica dopo domenica – prosegue il tecnico -, senza porci obiettivi. Solo il tempo dirà delle nostre possibilità. Già penso alla prossima gara, da non sottovalutare anche se giochiamo con la Gravit Walter Landi ultima in classifica. Complimenti all’arbitro, uno dei migliori incontrati, sempre presente e vicino all’azione, le due espulsioni per loro c’erano”.

Fiore Cappuccio, allenatore dello Sturno, si ritiene invece penalizzato da alcune decisioni arbitrali e dice: “E’ stata una partita equilibrata, fatta di episodi, abbiamo avuto qualche occasioni per sbloccarla. Il calcio d’angolo da cui è scaturito il loro vantaggio è stato contestatissimo, poi c’era un rigore per noi per fallo del portiere. Abbiamo perso tanti calciatori a dicembre, diamo sempre il massimo, i nostri obiettivi sono ridimensionati e i risultati da allora non arrivano più”.