Legno filiera

Filiera del legno, a Calitri tre aziende firmano nel segno del Progetto Pilota

CALITRI – Una firma arrivata nell’ambito del Progetto Pilota e di quello che al tavolo dell’assemblea dei sindaci è stato deciso in materia di valorizzazione delle risorse boschive.

fiera modificato

E’ l’accordo stipulato ieri sera a Calitri tra il Comune e due aziende attive nell’area industriale, la Rubner HolzBau Sud (gruppo Rubner) e la IWT Iavarone Wood Technology (gruppo Iavarone), oltre che con l’azienda agricolo-forestale “Il Pilaccio”, sita in un comune del salernitano. L’importanza dell’accordo sta nel fatto che essa segnail primo colpo messo a segno in un comune dell’area pilota per il via alla filiera del legno. In sostanza, HolzBau e Iavarone lavoreranno il legno di castagno proveniente dai circa cento ettari di bosco de “Il Pilaccio”, per produrre strutture lamellari.

L’iniziativa, che ha trovato sin dall’inizio il consenso e il sostegno di Confindustria Avellino, si avvarrà delle competenze del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli e del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento. L’accordo prevede l’estensione della partecipazione ad altre realtà della filiera, in maniera particolare ai proprietari privati, ma anche a quelli pubblici, di superfici forestali significative. Lo scopo è quello di raggiungere dimensioni compatibili con la gestione sostenibile, sia riguardo agli aspetti ambientali che a quelli industriali. Si tratta, come detto, del primo atto industriale concreto del disegno previsto dalla Comunità dell’Alta Irpinia, relativo alla creazione della Filiera del legno. Un disegno che, unito all’Azienda forestale, punta alla valorizzazione del patrimonio boschivo presente in Alta Irpinia.