Lacedonia calcio

Lacedonia, cuore e grinta: ribaltato il Paternopoli, prosegue la corsa playoff

di Francesco Aufiero

pa_banner

LACEDONIA – Vittoria di cuore per l’U.S. Lacedonia, che ribalta lo svantaggio iniziale e ha la meglio contro un Paternopoli volitivo e organizzato.

I padroni di casa portano così a casa tre punti d’oro nella rincorsa ai playoff, e lo fanno soprattutto grazie a una grande reazione. La gara si era infatti messa male, con il vantaggio al 15′ di Penta, che appoggia in rete un traversone corto dalla sinistra, dopo un’azione be orchestrata. Il Lacedonia però non ci sta, si sveglia dal torpore iniziale e prende in mano le redini del gioco. al 26′ è Nufrio a ristabilire il punteggio: la punta, al dodicesimo centro stagionale, si libera dalla destra, si accentra e di sinistro trafigge il portiere avversario. Passano dieci minuti e Tommasiello sfrutta l’errore di un difensore, si presenta da solo davanti al portiere e lo batte con un tocco mancino.

Seconda frazione di sofferenza per i locali, che tengono botta al ritorno del Paternopoli con qualche affanno e cercano di ripartire in contropiede: Tommasiello e Libertazzi sprecano buone occasioni per arrotondare il punteggio. La rete che mette in ghiaccio la gara arriva solo a tempo quasi scaduto, con Mauro Leone, subentrato da pochi minuti. L’ala recupera palla sulla destra, scambia ottimamente con Libertazzi e trafigge l’estremo difensore avversario sul suo palo: davvero una segnatura di ottima fattura. Con questa vittoria il Lacedonia prosegue la sua corsa per i playoff, mentre il Paternopoli resta penultimo in classifica con 15 punti.

Antonio Vece, allenatore del Lacedonia, è soddisfatto per la reazione dei suoi: “Siamo passati in svantaggio, abbiamo reagito bene, pareggiando e poi andando in vantaggio. Loro hanno buone individualità, sono stati pericolosi, soprattutto in una circostanza. Mi preoccupano le assenze fra squalifiche e infortunati, oggi ho dovuto adattare un centrocampista a terzino. Già penso alla prossima a San Potito, spero per sabato nel recupero di Musto. Per raggiungere i playoff non possiamo più sbagliare, anzi dobbiamo provare a vincerle tutte”.

Scoraggiato a fine gara l’allenatore del Paternopoli Carullo: “Abbiamo regalato tre gol, sono nati da nostri errori. Quest’anno ci va tutto storto, ci alleniamo in pochi con tanti titolari che, per motivi di lavoro, non possono farlo. Dobbiamo reagire già dalla prossima in casa contro il Centro Storico. Il nostro obiettivo è cercare di salvarci sul campo, ci proveremo in tutti i modi”.