Accelerazione della spesa cantiere

Def, le scelte del governo su Alta Capacità, Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese e Telesina

RED. – Niente più sogni come il Ponte sullo Stretto di Messina. L’obiettivo è ora portare a compimenti le grandi e storiche arterie dell’area già preesistenti, sia stradali che ferroviarie.

pa_banner

E’ il filo conduttore che lega le scelte contenute all’interno del capitolo Infrastrutture del Documento di Economia e FInanza, licenziato nelle scorse settimane dal Consiglio dei ministri. La filosofia del ministro Delrio tende quindi a mutare rispetto a quella finora adottata. In tutto, sono 119 le opere inserite, per un totale di 35 miliardi di euro. Il Sud compare in oltre la metà di esse (una settantina).

E le province di Avellino e Benevento? Le notizie che arrivano sono di diverso tenore, vediamole.

Alta Capacità Napoli-Bari – Non dovrebbero esserci problemi di sorta (riguarda sia il Sanio che l’Irpinia): il progetto è catalogato tra quelli “senza ostacoli”, e dovrebbe a breve entrare nella fase di inizio lavori.

Il tracciato dell'Alta Capacità
Il tracciato dell’Alta Capacità

Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese – 500 km di autostrada ciclabile, da Caposele a Santa Maria di Leuca: anche in questo caso, zero ostacoli. L’opera rientra nelle quattro autostrade ciclabili del progetto europeo “Euvelo”.

Strada Statale 372 Telesina – Il tratto in questione è quello tra San Salvatore Telesino e Caianello, vale a dire il secondo lotto della strada. L’opera resta in sospeso, in attesa di studiare alternative per tagliare la spesa e i tempi di consegna di un’arteria molto utilizzata da chi arriva dalle aree interne della Campania e è diretto verso la Capitale.