Calcio dilettanti

Lioni, sei sberle allo Sturno: vince anche l’Abellinum, la battaglia prosegue

di Francesco Aufiero

pa_banner

LIONI – Continua la corsa per il Lioni, nel girone D del campionato di Prima categoria.

I ragazzi di perna battono lo Sturno, sul campo amico, per 6-0. Gli ospiti oppongono poca resistenza e la partita è già chiusa nel primo tempo col risultato di 4-0: in rete al 14′ Napolillo, al 20′ Di Pietro, al 38′ Roma, al 43′ Pezzella. Completano le segnature nel secondo tempo al 5′ Roma e al  26′ Napolillo. Troppo netta la differenza tra le due squadre. La capolista mantiene a distanza l’Abellinum che però non molla: restano sette i punti di vantaggio, con cinque giornate ancora da giocare. Per la matematica certezza della vittoria finale bisogna raccogliere ma soprattutto non perdere punti.

Antonio Perna, allenatore del Lioni, è contento della prestazione della sua squadra, ma predica umiltà e prudenza: “Partita gestita bene, mai in discussione. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi che continuano ad allenarsi, a giocare con la stessa intensità e caparbietà delle prime giornate. Non bisogna mollare, mancano ancora tante partite, tutte da vincere, l’attenzione deve essere sempre la stessa. Dall‘Abellinum mi aspettavo esattamente questo campionato, i loro giocatori hanno tanta esperienza. È giusto così, lotteremo con loro fino alla fine, stiamo dando vita a un campionato agguerrito e appassionante. Mi aspettavo invece qualcosa in più dal Lacedonia, non so cosa sia successo. Oggi erano presenti molti spettatori, sta tornando l’entusiasmo, la nostra piazza merita un campionato di categoria superiore, ma il cammino è ancora lungo, dobbiamo attendere”.

Fiore Cappuccio, allenatore dello Sturno peraltro non presente in panchina per problemi personali, analizza il momento della sua squadra: “Mi aspettavo che finisse così, da dicembre abbiamo mollato, sono andati via troppi calciatori, da allora siamo calati molto nelle nostre prestazioni. Il mio impegno è sempre rimasto lo stesso, siamo rimasti in pochi, ma faremo il possibile fino alla fine, poi a fine stagione discuterò con la società”.