libertas nuovo

Libertas Cerreto, contro il Partizan Matese un dentro-fuori da pelle d’oca

CERRETO SANNITA – Domani pomeriggio, ore 15, alla tendostruttura di Castello Matese, la Libertas Cerreto è chiamata a vincere a tutti i costi per compiere il primo passo verso la promozione diretta in serie C2.
L’avversario, dei più ostici, è l’indomito Partizan Matese di mister Savoia, una squadra che nel girone di ritorno con un ruolino di marcia impressionante si è regalata il terzo posto provvisorio, già matematicamente sicura di finire fra le prime 5 in graduatoria a 6 giornate dal termine. Tuttavia se i cerretesi, già matematicamente secondi a + 9 dai matesini, e certi di disputare in casa l’eventuale semifinale playoff, vincessero in quel di Castello prima e all’ultima giornata in casa contro la capolista Sport&vita (che vincerà quasi sicuramente sabato questo girone A della serie D campana) poi, i playoff non disputerebbero e la compagine di Cerreto accederebbe direttamente alla categoria superiore senza passare per gli spareggi post-stagione regolare.
Ciò per effetto del regolamento che da quest’anno permette alla seconda classificata, in caso di arrivo a 10 o più punti dalla terza, di essere promossa direttamente in C2 al termine della regular-season. Sabato a Castello, quindi, la Libertas Cerreto è chiamata a vincere per forza e il Partizan Matese a non poter perdere: una finale vera e propria, uno spareggio a tutti gli effetti, giusto epilogo di una stagione che ha visto entrambe le formazioni disputare un campionato degno dalla passione della loro numerosissima gente, marchiata di emozioni d’altri tempi da calcio popolare.
Due dirigenze amiche, che si rispettano, ma sabato pomeriggio per un’ora ognuno penserà a raggiungere a tutti i costi il proprio obiettivo: evitare che non si disputino i playoff per i matesini, evitare che si disputino per i cerretesi. Tutto molto chiaro, una delle due non conseguirà l’immediato obiettivo. Entrambe le contendenti si presentano alla supersfida in forma e caricate ai massimi livelli.
I cerretesi vogliono a tutti i costi dimostrare sul campo la loro superiorità tecnica, al cospetto di un Partizan battagliero e fiero. Nelle parole dell’allenatore della Libertas Cerreto, Nino Meglio, la grande attesa per l’appuntamento: “La squadra e’ pronta e concentrata, sabato andiamo a Castello consapevoli della nostra forza. L’obiettivo ovviamente è solo ed esclusivamente vincere, anche se affrontiamo un avversario forte che ci metterà in difficoltà. Sarà una grande partita davanti a una grande cornice di pubblico, degna di categorie superiori.
Noi lotteremo fino all’ultimo secondo di partita e alla fine sarà il campo a decidere chi ha meritato di vincere. Siamo assolutamente rispettosi delle loro qualità ma allo stesso tempo fiduciosi sul fatto che saremo noi a prevalere”.
La parola al campo, quindi. Sabato, ai piedi del Matese, le emozioni e lo spettacolo sono assicurate.