Comune Lacedonia

Lago San Pietro, Pennacchio attacca Pignatiello: Ribelle solo su Fb. La maggioranza da che parte sta?

LACEDONIA – Non si ferma la discussione relativa al futuro del Lago San Pietro, che ovviamente ha anche risvolti politici.

pa_banner

Dopo il polverone sollevato dalle immagini scattate dal vicesindaco di Lacedonia Antonello Pignatiello (leggi qui) e la proposta del Comitato Piazza Libertà di Monteverde (leggi qui), arriva la presa di posizione di Felice Pennacchio, consigliere di minoranza al Comune di Lacedonia, che riceviamo e pubblichiamo.

“A proposito dell’articolo in oggetto, leggo che al vicesindaco sarebbe piaciuto confrontarsi con associazioni, cittadini e studenti, invece che qualche incontro sporadico tra quattro sindaci.

D’accordissimo. Peccato che il vicesindaco non abbia cominciato in consiglio comunale, confrontandosi con la minoranza consiliare; peccato che il vicesindaco non abbia mai tenuto un incontro pubblico con i suoi cittadini e i suoi elettori di riferimento, dopo quasi un anno di amministrazione; peccato che il vicesindaco svolga la sua attività politica quasi esclusivamente su Facebook e non nelle sedi ufficiali, facendo porre a verbale le sue posizioni. Peccato che il vicesindaco predichi bene e razzoli male.

Al di là dei contenuti, che in teoria potrebbero essere pure condivisibili, può ancora mantenere la delega di vicesindaco chi è appiattito in consiglio e ribelle sui social? Il resto della maggioranza da che parte sta? Se non si conoscono le ricadute sul territorio, il vicesindaco saprebbe quantizzare le “non ricadute” non aderendo al progetto? Vuole decidere da solo, lui e la sua macchina fotografica? Inizi a sentire i “suoi”  cittadini, organizzi un tavolo di discussione che parta dal basso e poi porti le proposte e la posizione ufficiale della comunità del suo paese al vaglio degli altri comuni coinvolti. Altrimenti è solo un abbaiare alla luna, una solitaria e disperata rincorsa al distinguersi, non si sa da cosa, forse perché non ha il coraggio politico di prendere una posizione ufficiale. Un dottor Jekyll in consiglio comunale e  un mister Hyde sul web e sulla stampa. Comodo così”.