Gambacorta Di Conza Gargani

De Sanctis e Lacedonia, un amore così grande: Il suo pensiero ancora attuale | GALLERIA

LACEDONIA – “Consiglio caldamente agli studenti di soffermarsi a leggere le opere del De Sanctis, sono cultura allo stato puro”.

pa_banner

Giuseppe Gargani, attuale presidente del Centro Studi Giuridici per l’integrazione europea “Diritti e libertà”, ha chiuso così l’incontro pubblico tenuto ieri mattina a Lacedonia, presso il Teatro Comunale, nell’ambito delle celebrazioni per il Bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis. I destinatari del consiglio erano i ragazzi dell’Istituto Omnicomprensivo di Lacedonia intitolato proprio al politico, critico e intellettuale altirpino.

Gargani è intervenuto con il presidente della Provincia Domenico Gambacorta, il professor Sergio De Piano e il sindaco Antonio Di Conza: al centro della discussione l’impegno etico e politico del De Sanctis. Gargani, come gli altri relatori, ha sottolineato il profondissimo legame tra De Sanctis e Lacedonia e la incredibile attualità del suo pensiero. Leggendo dei passi del celebre “Viaggio elettorale”, tutti gli intervenuti hanno sottolineato un elemento: “L’amore spassionato di De Sanctis per Lacedonia, anche più di Morra, suo paese natale, e ciò deve essere motivo di orgoglio per tutti voi”, ha aggiunto Gargani.

Gambacorta e Gargani in una classe nello storico "De Sanctis" di Lacedonia
Gambacorta e Gargani in una classe nello storico “De Sanctis” di Lacedonia

“E’ stato così grande da meritare l’intitolazione di una scuola (lo storico Istituto Magistrale, che poi è stato visitata dai relatori, accompagnati dal dirigente scolastico, la professoressa Rosa Cassese, ndr), ma la sua importanza era riconosciuta anche a livello internazionale: la grandezza di quest’uomo è mostrata dalla visita che il Capo dello Stato Mattarella terrà in Alta Irpinia nei prossimi mesi”. Un aspetto colto dal sindaco di Lacedonia, che ha espresso “gratitudine al De Sanctis: ha dimostrato come coniugare etica e politica – ha affermato Antonio Di Conza – per prendere decisioni non solo per l’immediato ma anche per il futuro”.

“Le pagine più belle sono senz’altro quelle riguardanti Lacedonia”, ha confermato Domenico Gambacorta, successore di De Sanctis alla guida della Provincia e presidente del Comitato promotore per le celebrazioni del Bicentenario. “Questo paese ha avuto un ruolo preminente nel fondamento dell’impegno politico del De Sanctis”, ha aggiunto Sergio De Piano.

Gargani all'interno della Biblioteca a colloquio con il dirigente scolastico, Rosa Cassese
Gargani all’interno della Biblioteca a colloquio con il dirigente scolastico, Rosa Cassese

L’altro aspetto toccato dai relatori è stato quello riguardante la straordinaria attualità del pensiero desanctisiano. L’ex europarlamentare ha chiuso con una citazione da “Un viaggio elettorale”: “’Non ho animo partigiano, non guardo ai partiti ma al di sopra dei partiti. Sono più patriota che uomo di partito’, scrive De Sanctis. Non è forse questo un tema attuale? Non è un appello moderno?”. Da Gambacorta un invito ai giovani perché “si interessino di politica: la politica e le istituzioni ci riguardano in prima persona, lasciate perdere quello che vi viene offerto da Facebook e guardate alla vita reale”. De Piano, dal canto suo, ha ricordato come “Un viaggio elettorale” sia l’insieme delle corrispondenze per “Il Giornale di Torino”: “Le sue parole furono certamente sbeffeggiate dai cittadini sabaudi che leggevano di un Sud votato all’assistenzialismo. Per cui si percepisce, proprio nelle pagine dedicate a Lacedonia, una certa ironia de De Sanctis, accompagnata però da un leggero velo di condanna di quel tipo di etica politica”.

  • Michele Bortone

    RICORDIAMO E COME SI USA DIRE RINFRESCHIAMO LA MEMORIA AI CONSIGLI E SINDACI COMUNALI. L’ASSOCIAZIONE CULTURALE LACEDONIA, HA CREATO UN PREMIO INTERNAZIONALE FRANCESCO DE SANCTIS, POESIA, PITTURA E MUSICA, E… UN ANNULLAMENTO POSTALE… CORDIALITÀ.