I calciatori del benevento esultano sotto il settore ospiti a Perugia

Puscas porta il Benevento in finale: a Perugia finisce in pareggio, al “Curi” è delirio giallorosso

PERUGIA – Un Benevento semplicemente commovente esce vincitore dal prato verde del “Renato Curi” e porta a casa la finale Playoff.

pa_banner

Domenica si disputerà la gara di andata contro il Carpi, una gara probabilmente difficile da pronosticare al termine della stagione regulare. Stanotte, però, è festa grande. Sugli spalti del “Renato Curi” è festa grande per i milleseicento tifosi arrivati dal capoluogo sannita, il cui ruggito soverchia quello dei ben più numerosi sostenitori del Grifone.

L’1-1 di stasera, frutto delle reti di Puscas e di Nicastro, alimenta il sogno del Benevento e porta i giallorossi a un passo dal Sogno. Anzi, a due passi, considerando l’andata e il ritorno, che si giocherà in Campania. Ma il Benevento di stasera potrà davvero giocarsela. Tosto, combattivo, ben messo in campo. Subisce l’ardore dei ragazzi di Bucch soltanto a inizio ripresa, quando il Perugia aumenta la pressione. Col passare dei minuti, la gara si fa sempre più tesa, la posta in gioco è altissima e le squadre lo sanno.

I giocatori sotto la curva al fischio finale
I giocatori sotto la curva al fischio finale

Bucchi sbilancia la sua formazione: fuori centrocampisti e difensori, dentro punte: alla mezzora, con l’ingresso di Guberti, sono ben cinque. Non a caso, ogni azione del Benevento è un pericolo. Prima della rete di Puscas, abile al 37′ della ripresa a ribadire in rete una respinta di Brignoli su colpo di testa da calcio d’angolo, erano stati Lucioni, Viola e Chibsah a sfiorare la rete. Allo scadere, invece, l’ultimo sussulto lo regala Nicastro, anch’egli pronto a respingere in rete una respinta di Cragno su conclusione ravvicinata di Mustacchio.

Marco Baroni durante il concitato finale
Marco Baroni durante il concitato finale

“Adesso davvero non ci poniamo più limiti”, è il commento a botta calda di Puscas, che in Emilia non potrà scendere in campo per squalifica. “Abbiamo questi tifosi splendidi che ci soffiano alle spalle, con loro possiamo arrivare ovunque”. E mentre parla, alle sue spalle, nel settore ospiti del “Renato Curi”, è il delirio.

IL TABELLINO

Perugia (4-3-3): Brignoli; Del Prete (77’Guberti), Volta, Mancini, Di Chiara; Brighi (41’Brighi), Ricci (61’Mustacchio), Dezi; Nicastro, Di Carmine, Terrani. Allenatore: Bucchi. A disposizione: Elezaj,Fazzi, Gnahorè, Monaco, Alhassan, Forte

Benevento (4-2-3-1): Cragno; Venuti, Camporese, Lucioni, Lopez; Chibsah, Viola; Eramo, Falco (74’Padella), Puscas; Cissé (92’Pezzi) Allenatore: Baroni. A disposizione: Gori, Del Pinto, Melara, Ciciretti, Gyamfi, De Falco,Buzzegoli

Reti: 81′ Puscas, 92′ Nicastro
Ammoniti: Puscas, Lucioni,Dezi, Eramo, Acampora, Cragno, Guberti
Espulsi:
Angoli: 5-5
Arbitro: Rosario Abisso
Assistenti: Bindoni Daniele, Baccini Giovanni