Rifiuti frazione organica

Gambacorta firma l’ordinanza, riapre lo Stir di Pianodardine per la frazione organica

AVELLINO – Trasferenza e stoccaggio della frazione organica dei rifiuti, riapre lo Stir di Pianodardine.

pa_banner

L’ordinanza firmata dal presidente della Provincia Domenico Gambacorta e pubblicata ieri sull’Albo Pretorio autorizza l’esercizio in via temporanea. Con questo provvedimento viene ripristinato il servizio già effettuato tra agosto 2016 e febbraio 2017 nell’impianto del nucleo industriale di Avellino.

In sede di conferenza dei servizi sono stati acquisiti i pareri di competenza di Arpac e Asl, a cui sarà demandato il monitoraggio e il controllo al fine di assicurare e garantire un adeguato livello di tutela della salute e dell’ambiente. Acquisito anche il parere favorevole dell’Ente d’Ambito per la gestione del servizio rifiuti, presieduto dal sindaco di Montefredane, Valentino Tropeano.

L’ordinanza consente alla società “IrpiniAmbiente Spa” di riprendere l’attività regolare di raccolta della frazione organica dei rifiuti, chiudendo la fase emergenziale con i trasferimenti presso l’impianto Gesco di Giffoni Valle Piana (Salerno). In questo modo si eviteranno aggravi sui costi di smaltimento e si scongiureranno disagi alla popolazione nel periodo estivo, quando aumenteranno le presenze di turisti in provincia di Avellino con una conseguente crescita della produzione dei rifiuti anche per bar e ristoranti.