Cappella di San Vito - Vallata

Vallata, tornano i tre giorni di festeggiamenti in onore di San Vito Martire

VALLATA – Come ogni anno, rivive a Vallata il culto di San Vito Martire.

pa_banner

Una tre giorni, dal 13 al 15 giugno, in cui la comunità vallatese festeggerà i santi Antonio e Vito, anche attraverso una particolare processione nel giorno 14. Da sempre molto sentito, il culto di San Vito, compatrono del paese, affossa le sue radici nella seconda metà del millennio scorso (intorno al ‘600).

Ancora oggi, la festa si tiene intorno alla cappella in pietra a lui dedicata e che sorge sull’omonima collina, un tempo fuori dal centro abitato. E’ rimasta intatta l’usanza di condurre animali sul posto e sottoporsi alla turnazione, ovvero i canonici tre giri intorno all’edificio sacro: questo perché il culto di San Vito, protettore degli animali, sostituirebbe con l’avvento del cristianesimo il culto pagano del dio Silvano. Fino a una ventina di anni fa si teneva ancora una delle fiere più importanti soprattutto legate alla compravendita di animali. Un altro aspetto particolare è il coinvolgimento della popolazione tutta nella preparazione delle panelle (piccole palline di pane azimo) che nel pomeriggio del 14 giugno vengono portate in processione all’interno di cesti, adornati di ginestre e rose, da bambini e bambine per poi essere benedette nei pressi della chiesetta.

L’amministrazione comunale e il Comitato Feste anche per quest’anno hanno organizzato, a cornice del programma religioso tradizionale, anche i festeggiamenti civili, con tre serate di eventi musicali e di spettacoli comici. La sera del 13 giugno sul palco si esibiranno i Trementisti, ne “Il Salto Tour”. Il 14 torna in Irpinia lo storico gruppo de i Collage, concerto offerto dall’amministrazione comunale. L’ultima sera sarà la volta di “Via Toledo”, gruppo che porta nelle piazze il sound mediterraneo.  Seguirà lo spettacolo degli Arteteca,  famosa coppia comica di Made in Sud. A mezzanotte, come di consueto, ci sarà il grande spettacolo pirotecnico, uno dei più rinomati della zona, con decine e decine di minuti di pura magia di colori, luci e suoni sopra il cielo della Chiesa di San Vito Martire.