Cantiere eolico2

Conflitto a fuoco nel cantiere eolico di Morcone: svolta clamorosa, era tutta una farsa

MORCONE – Svolta veloce quanto clamorosa nelle indagini che hanno fatto seguito a quanto avvenuto (leggi qui) all’interno di un cantiere di Morcone in cui è in via di realizzazione un impianto eolico.

pa_banner

Stando agli esiti delle puntuali indagini condotte dal Nucleo Investigativo di Benevento e dai carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita, sarebbe stata tutta una messinscena per ottenere una promozione. La farsa, ordita dagli stessi vigilantes che, a loro dire, avrebbero subito l’attacco da parte dei malviventi, è infatti stata creata e prodotta da loro stessi, in particolare da uno dei due.

Dapprima, infatti, le due guardie avevano esploso colpi in aria, mentre successivamente una delle due avrebbe sparato direttamente sul proprio corsetto antiproiettile, che è stato dunque rinvenuto effettivamente bucato in più punti. Il lavoro certosino dei militari e del pm della Procura di Benevento che indagava sul caso, ha consentito di smascherare la farsa: durante l’interrogatorio, infatti, i due sono stati posti più volte in contraddizione, fino a cedere e a svelare il piano, ammettendo le proprie responsabilità.

Dopo il sequestro delle pistole in dotazione, sono stati posti sotto indagine per simulazione di reato, esplosione di colpi d’arma da fuoco in luogo pubblico, procurato allarme e violazione della legge sulle armi in concorso.