Autismo

Autismo, sì del Consiglio regionale alla legge. La D’Amelio: Provvedimento di civiltà, ora tocca alle Asl

NAPOLI – Il Consiglio regionale della Campania batte un colpo in favore dei bambini autistici.

pa_banner

L’assise ha infatti approvato ieri la legge sull’Organizzazione dei servizi a favore delle persone in età evolutiva con disturbi del neuro-sviluppo e patologie neuro-psichiatriche e delle persone con disturbi dello spettro autistico. Un provvedimento che mette al centro l’azione di famiglie e associazioni nella scelta di piani terapeutici, nella gestione dei servizi e nel monitoraggio dell’assistenza dei pazienti.

“La legge sull’autismo approvata oggi in Consiglio regionale è un provvedimento di grande civiltà”, commenta il presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio. “Questo testo era atteso da anni – prosegue la D’Amelio -: più volte abbiamo ricevuto sollecitazioni da famiglie e associazioni. Con questa legge l’Assemblea regionale definisce una organizzazione unitaria del Servizio Sanitario regionale della rete di assistenza, che sarà omogenea su tutto il territorio campano.

E’ prevista una rete per l’erogazione di servizi, da quelli territoriali a quelli ospedalieri, con l’istituzione di equipe multidisciplinari per la presa in carico, la diagnosi e la cura dei minori. Previsti inoltre protocolli per la continuità assistenziale per il passaggio dall’età adolescenziale e quella adulta e formazione continua e specialistica per operatori, famiglie e caregiver.

“Ora spetterà alle Asl predisporre, entro 90 giorni dalla entrata in vigore della legge, un piano operativo per garantire l’assistenza a tutte le persone affette dai disturbi dello spettro autistico abbattendo le lunghe liste d’attesa”, conclude il presidente.