Benevento, Vigorito blinda Baroni: Un professionista che stimo, Verona non sarà decisiva

BENEVENTO – “Non sarà la gara di Verona a stabilire le sorti di un professionista che stimo. Non cambio neanche in caso di sconfitta”.

pa_banner

Oreste Vigorito, presidente del Benevento, parla ai microfoni dei colleghi di Tuttomercatoweb e cerca di dare serenità all’ambiente, a pochi giorni dalla ripresa dopo la pausa dovuta alle nazionali. Il Bentegodi è stadio ostico per tutti, per di più gli scaligeri hanno la stesa fame di punti dei giallorossi.

“Fare risultato lì sarebbe un’iniezione di autostima – aggiunge Vigorito -: adesso il gruppo si è compattato, abbiamo tutti a disposizione. Se lascio i tre punti contro Crotone, Verona e Cagliari, cioè squadre dirette concorrenti per la salvezza, qualche domanda me la faccio, ma se perdo contro Napoli e Roma che cosa ci posso fare?”, aggiunge il presidente, che chiude parlando di Pasquale Foggia: “E’ stato chiamato a dirigere il nostro settore giovanile, che è uno dei più importanti del Meridione: sta facendo un ottimo lavoro, ma non ho la sfera di cristallo per dire che in futuro sarà promosso direttore sportivo”.

Intanto, proprio a proposito di nazionali, c’è da sottolineare la grande prova di Vittorio Parigini con l’Under 21 di Gigi Di Biagio: una rete strepitosa (in basso) per lui, che ha aperto le marcature di Italia-Marocco.