Fusco Palladino Pennacchio

Lacedonia, è il turno della minoranza: polemica e spaccatura tra Palladino e Pennacchio

LACEDONIA – La situazione era incandescente, e questo si sapeva. Riguarda il consiglio comunale tutto, e si sapeva anche questo.

pa_banner

Dopo che la mozione zero eolico aveva segnato una profonda frattura all’interno della maggioranza addirittura tra sindaco e vicesindaco (al momento, pare, rientrata), è il turno della minoranza consiliare.

L’assenza del consigliere Felice Pennacchio nell’ultima assise ha sancito la frattura. “Ormai Palladino non svolge più il suo ruolo di capogruppo, anzi è evidente che ha fallito”, afferma Pennacchio. “Non mi ha neanche avvisato per tempo della data del consiglio, e non sono riuscito a liberarmi. Evidentemente – prosegue – ha deciso di non essere più il mio capogruppo, ma solo dell’altro collega di minoranza, anche considerando che non lo sento da un mese e che ai consigli si andava ormai a briglie sciolte e non c’era un momento di confronto”.

Nel corso del consiglio, e con riferimento alla polemica della scorsa settimana tra lo stesso Pennacchio e il vicesindaco Pignatiello, proprio discutendo con quest’ultimo Palladino ha attaccato: “Tu e il mio collega siete uguali, cercate il pelo nell’uovo. Fate ridere, prima vi scornate sulla stampa e poi andate a braccetto”.

Insomma, toni tutt’altro che concilianti: un consiglio comunale dove quello che si palesa è un fuoco incrociato.