Avellino

Avellino, indagini in corso sul caso di Tony Della Pia

Avellino, il Segretario di Rifondazione Comunista percosso dalla Polizia durante un controllo stradale

Avellino – In piena campagna elettorale Tony Della Pia, mercoglianese, Segretario del Partito Rifondazione Comunista di Avellino, nonchè candidato di Potere al Popolo, al centro di un’indagine che vede coinvolti sei agenti di Polizia della Questura di Salerno.

Un occhio tumefatto e un dente saltato, con cinque giorni di prognosi, per Tony Della Pia.

Avellino
Tony Della Pia

La vicenda è stata subito denunciata dal rappresentante politico che, vistosi aggredire da ben sei agenti di Polizia senza un motivo valido che potesse giustificare tale reazione, ha in pubblico raccontato l’accaduto.

Tony, operaio edile, conclude la sua giornata di lavoro al cantiere al porto di Salerno e sale a bordo di un Iveco Daily insieme a un collega di cinquantasei anni per tornare ad Avellino. Trecento metri dopo l’uscita di Baronissi, sul raccordo autostradale, dietro il furgone compaiono tre Volanti della polizia con i lampeggianti accesi. Gli agenti, come ha raccontato il segretario, si affiancano, gli sbarrano quasi la strada e gli intimano l’alt. Tony – questa la sua ricostruzione dei fatti – ferma il veicolo e vede i sei poliziotti, cinque uomini e una donna, venirgli incontro.

Da questo momento le versioni  della vittima e della Questura di Salerno si fanno decisamente contrastanti. Sintetizzando, il tutto sarebbe partito da una segnalazione di furto non corretta da parte di un automobilista che avrebbe chiamato la Polizia mentre era al seguito del furgone. Ecco, quindi, intervenire le volanti e l’epilogo che conosciamo.

Mentre era in ospedale, Tony si è visto recapitare subito da due dei poliziotti che lo hanno fermato il verbale che lo ha informato dell’indagine a suo carico per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Sì, perchè stando alla ricostruzione della Polizia, Della Pia in auto si sarebbe chinato in avanti come per prendere qualcosa e da qui l’intervento fisico degli agenti.

Sconcertati quanti conoscono il rappresentante politico avellinese, che ha ricevuto anche sui social tante solidarietà.

Ha tenuto a precisare Della Pia, anche nel servizio delle Iene, che la sua denuncia ha lo scopo di dare visibilità ad un grave episodio che, se fosse successo ad un cittadino non noto come lui, sarebbe rimasto nel più completo silenzio.