san faustino

Cupido ha le ore contate: è tempo di San Faustino, la festa dei single

Il 14 febbraio, come da tradizione, ricorre San Valentino, Vescovo e patrono di Terni, e in questo giorno gli innamorati celebrano il loro reciproci sentimenti e di conseguenza si sprecano effusioni, cuoricini e promesse di eterno amore. Ovviamente, in tale overdose di romanticismo ad essere discriminati sono i single. E allora la domanda sorge spontanea: avranno diritto anche loro ad una festa oltre che ad un santo a cui votarsi?

Niente paura! Il 15 febbraio infatti si commemora San Faustino, patrono di Pietradefusi, tradizionalmente considerato il santo tutelare di coloro che non sono stati, o non vogliono essere colpiti da Cupido. Sembra quasi di assistere ad una rivisitazione della novella verghiana “Guerra di santi”, ma è evidente che si tratti di uno scontro dal sapore goliardico e scanzonato: d’altronde è giusto che chiunque, innamorato o meno, abbia la propria festa di categoria in modo da poter celebrare come meglio crede il suo status e le sue scelte di vita.

Chi era San Faustino? A Pietradefusi, da 300 anni esatti, si venera questo martire vissuto tra il III e IV secolo dopo Cristo. Non conoscendo alcun dato biografico, la leggenda e l’oralità hanno la meglio sulle fonti storiche oggettive; la tradizione va così ad attingere a tutta una serie di elementi ed aspetti agiografici propri anche di altri santi e martiri dei primi secoli del Cristianesimo: origini nobiliari, conversione e conseguente martirio per non aver abiurato la nuova Fede cristiana.

Ma per quale motivo la ricorrenza dei non innamorati cade proprio il 15 febbraio, giorno di San Faustino? Innanzitutto per una ragione prettamente simbolica e di prossimità, in quanto siamo all’indomani della festa dell’amore; poi perché, e qui subentra l’elemento culturale ed antropologico, Faustino deriva dal latino faustus che significa favorevole, benigno, andando così a sottolineare la natura propiziatoria dell’evento: festeggiare il 15 febbraio viene considerato da molti come buon auspicio per trovare quanto prima la propria anima gemella.