La Zeza di Mercogliano

La Zeza di Mercogliano, gli sposi in auto d’epoca

La Zeza di Mercogliano pronta per la sfilata del carnevale di domani al Corso di Avellino

Vincenzella e Don Nicola, insieme a tutti gli altri protagonisti della Zeza di Mercogliano, sfileranno nella mattinata di domani domenica 11 febbraio, lungo il C.so Vittorio Emanuele insieme a tutti i principali carnevali irpini.

Una passerella, quella di domani, che intreccia colori, canzoni, rappresentazioni uniche dell’intero territorio irpino.

Domenica scorsa la prima uscita dei personaggi della Zeza di Mercogliano all’insegna dello stile d’epoca. Sì, perchè a condurre gli sposi lungo il paese è una cinquecento bianca d’epoca, un altro modo per ricostruire l’antica tradizione. Negli anni ’70 fu utilizzata un’autovettura ora in esposizione a Torino, mentre, tornando ancora più indietro nel tempo, negli anni ’50 per l’uscita degli sposi si usava la carrozza.

La Zeza di Mercogliano
Mario Cerchione

Così il Presidente dell’Associazione Zeza di Mercogliano, Mario Cerchione, si esprime sull’evento di domani: «Ringrazio il Presidente dell’UNPLI Giuseppe Silvestri per l’impegno profuso ogni anno e volto alla buona riuscita della manifestazione. Le nuove normative in tema di sicurezza pubblica hanno previsto per quest’anno un’ulteriore assunzione di responsabilità per i Presidenti delle Associazioni e dei gruppi, responsabilità che sarebbe stato opportuno fossero a carico delle autorità locali competenti, considerato che gestire un evento che raccoglie migliaia di persone non può essere demandato ai singoli gruppi, che già svolgono un  grosso impegno organizzativo che dura tutto un anno per una  manifestazione che è ormai secolare per la Provincia di Avellino. Il senso storico di questa sfilata era portare dinanzi alla massima autorità sul territorio la sfilata del carnevale, prima dinanzi al re, poi al podestà, a sua eccellenza il Prefetto, fino ad arrivare ai giorni nostri. La manifestazione di domani permette a tutti i territori della Provincia di riunirsi sotto il segno della cantata di Zeza e dell’intreccio, momento di aggregazione e di consolidamento».

Sempre domani nel primo pomeriggio la Zeza sfilerà in casa con partenza da Via Amatucci ed arrivo a Torelli di Mercogliano, dove l’accoglienza è sempre calorosa ogni anno da parte di grandi e piccini. La rappresentazione della canzone di Zeza è un forte elemento aggregante, lo è anche simbolicamente attraverso il cerchio che gli spettatori costituiscono intorno ai protagonisti.