Taurasi

A Taurasi il vino festeggia i suoi 25 anni di DOGC

Domenica 11 marzo a Taurasi il vino festeggia 25 anni di DOGC alle cantine Antica Hirpinia

Proprio l’11 marzo del 1993 il vino Taurasi diviene per decreto ministeriale uno dei pochissimi vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita ed il primo nel Sud Italia e resta l’unico di tutto il Centro-sud fino al 2003, anno del riconoscimento della DOCG agli altri due grandi vini Irpini, il Fiano ed il Greco.

Taurasi

Il Taurasi è un vino che trova le sue origini nell’età preromana: il vitigno principale da cui si produce questo vino, l’Aglianico, era un tempo detto “hellenico” a sottolineare l’origine greca. Da queste origini deriva anche il cognome “Taurasi” legato alla storia e alla nobiltà del borgo.

Vino dal colore rubino intenso, tendente al granato fino ad acquistare riflessi arancioni con l’invecchiamento, dall’odore caratteristico, etereo, gradevole più o meno intenso e dal sapore asciutto, pieno, armonico, equilibrato con retrogusto persistente.
E proprio Antica Hirpinia è la cantina che ha prodotto la prima bottiglia che ha potuto fregiarsi di questa denominazione, come testimonia la fascetta di Stato, che contraddistingue tutti i vini DOC e DOCG.

Un evento speciale quindi quello di domenica 11 marzo 2018 a Taurasi per festeggiare “Il Taurasi. Per primi!”.

L’evento prevede un Lunch Buffet a cura di Vino&Caffè di Taurasi con degustazione del Taurasi e del Rosato di Antica Hirpinia.

La cantina Antica Hirpinia ha una storia molto articolata ed è da sempre fortemente legata al territorio di Taurasi. Nel 1959 nacque la prima cantina sociale, con una capacità di circa 7.000 ettolitri e attrezzature moderne. Purtroppo, fu chiusa dopo pochi anni perché, nonostante gli sforzi fatti, i produttori locali rimasero legati alla produzione familiare e non acquisirono lo spirito cooperativistico alla base di tale iniziativa.

Nel 1972 nasce una seconda Cantina Sociale, “Enopolio di Taurasi” era il nome originale attribuito ad Antica Hirpinia. L’ultima annata di lavorazione dell’Enopolio è stata il 1979; la cantina sociale fu chiusa nel 1980 per essere poi rilevata negli anni novanta e gestita da una cooperativa di circa 200 soci conferitori. Durante questi anni la storia della cantina Antica Hirpinia è segnata da un primato importante: aver prodotto la prima bottiglia di Taurasi DOCG. Infatti l’11 marzo 1993, il Taurasi diviene per decreto Ministeriale, uno dei pochissimi vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita ed il primo in Sud Italia. La prima bottiglia di Taurasi, a fregiarsi di questa denominazione, è prodotta dalla cantina Antica Hirpinia, come testimonia la fascetta di Stato, n° AAA 000 0001 posta sul collo della bottiglia. La bottiglia con fascetta n° AAA 000 0002 fu regalata all’allora Giovanni Paolo II e la n° AAA 000 0003 al Presidente della Repubblica Italiana, Oscar Luigi Scalfaro, mentre una delle bottiglie appartenenti al primo lotto del Taurasi 1992 è ancora gelosamente custodita nella foresteria aziendale, insieme a bottiglie storiche, risalenti agli anni Sessanta.

Oggi Antica Hirpinia si presenta con un’immagine rinnovata e ha scelto di specializzarsi. Dal 2016 è stata rilevata da 5 amici ed è divenuta una srl con oltre 40 ettari vitati di proprietà. Con la collaborazione del nuovo enologo Riccardo Cotarella Antica Hirpinia sta entrando nella sua terza vita mirando alla valorizzazione della storicità e alla sperimentazione di nuovi vini.