venticano

Venticano – Presentazione Fiera Campionaria: Luca Abete in visita a Palazzo Ambrosini

Si è svolta questa mattina, nella splendida cornice di Palazzo Ambrosini, la conferenza stampa di presentazione della 41° Fiera Campionaria di Venticano. E’ intervenuto, quale ospite d’onore, l’inviato speciale di “Striscia La Notizia” Luca Abete: dapprima si è intrattenuto, con grande disponibilità, con i numerosi giornalisti presenti e poi ha visitato l’antica dimora nobiliare guidato dal padrone di casa l’avv. Tommaso Maria Ferri.

pa_banner

venticano
L’avv. Ferri e Luca Abete

E’ stato un tour tra memorie e ricordi legati alla Venerabile Rachelina Ambrosini, prossima ad essere innalzata agli onori degli altari. Il dott. Ferri si è dimostrato prodigo di spiegazioni facendo ben emergere la personalità e la spiritualità di Rachelina che visse tra il 1925 e il 1941, morendo alla giovanissima età di 16 anni. Particolarmente intesa è stata la visita alla stanza privata della piccola Ambrosini, eccezionalmente aperta al pubblico per l’occasione, ancora arredata con mobili, giochini e souvenir appartenuti alla futura beata.

Abete non ha nascosto la sua commozione insieme allo stupore per vicende e fatti di cui non era a conoscenza: ha esortato la famiglia che custodisce e propaga una storia tanto ricca ed affascinante a continuare in questa sua opera e a partire da qui per innescare un processo di sviluppo sociale, umano e culturale in un territorio, che come il resto dell’Irpinia e della zone interne del Mezzogiorno, vive drammatici momenti di disorientamento a causa dello spopolamento e delle problematiche giovanili.

Il ricordo di Rachelina viene mantenuto vivo da una Fondazione a lei dedicata. L’ente benefico, che ha sede proprio nello storico palazzo di Venticano, si occupa di progetti umanitari sia in Italia che all’estero. E’ attivamente impegnata in tutti e cinque i continenti – Etiopia, Sud Sudan, Filippine, Stati Uniti, India, Brasile, Honduras – svolgendo importanti attività di scolarizzazione e di educazione all’autosufficienza alimentare; gestisce inoltre presìdi medici per l’assistenza delle partorienti e delle mamme in difficoltà.

La Fondazione annualmente mette in palio il Premio “Rachelina e i giovani”: vengono coinvolti istituti scolastici di ogni ordine e grado in tutta Italia e gli studenti sono invitati a sviluppare, mediante elaborati scritti, il tema proposto che in genere richiama questioni attinenti all’importanza e alla bellezza del volontariato e dell’impegno sociale.