Alla Sidigas Avellino il cuore non basta. Vince Roma

257

Avellino – Undecesima giornata del campionato italiano di basket e la Sidigas Avellino è chiamata a riscattare la brutta sconfitta rimediata con Siena; giornata che coincide con il ritorno di Taquan Dean al Pala Delmauro e l’esordio di Dwight Hardy; a far visita alla Sidigas c’è l’Acea Roma. Coach Tucci decide di iniziare la gara con Richardson, Dragovic, Shakur, Johnson, Dean;  coach Calvani che manda in campo Jones, Gorrieri, Datome, Taylor, Jordan, Lawal.

PRIMO QUARTO. Avellino ingrana da subito la quarta, piazzando un parziale di 8-0. Roma cerca di arginare con Lawal e Czyz. Dopo la partenza veemente da parte dei bianco verdi, Roma si sveglia e la difesa di Avellino per l’ennesima volta risulta assente. Si chiude la prima frazione di gioco 21 a 24 per Roma.

SECONDO QUARTO. Iniziano a girare Datome e Goss e per la Sidigas sono dolori. Avellino cerca di arginare i capitolini attraverso tanti sforzi riuscendoci grazie al buon piglio di Dean e Shakur. Dopo una sfuriata iniziale, la partita viaggia sui ritmi dell’equilibrio, fino alla reazione finale di Roma, si va all’intervallo sul 49 a 40 per gli ospiti.

TERZO QUARTO. Partita dai ritmi infuocati, con due squadre che se le danno di santa ragione senza esclusione di colpi. Avellino si butta avanti a capo fitto, cercando la rimonta. Si scaldano anche gli spalti, grazie a due triple di Richardson. Shakur porta di nuovo avanti Avellino attraverso una tripla di pregevole fattura (66 – 65), Roma però riesce ad allungare di nuovo ed il terzo quarto si chiude sul 68 a 70.

QUARTO QUARTO. Avellino vaga sul parquet con le idee un po’ annebbiate. Dopo un parziale di 4-0 per gli ospiti dopo due minuti di gioco, coach Tucci è costretto a chiamare il time out. A pensare ad accorciare le distanze ci pensa il migliore in campo dei bianco verdi Mustafa Shakur, che con un gioco da 3 riporta il risultato sul 71-74. Dopo una serie di errori da ambo le parti ed il quinto fallo di Jeremy Richardson, a 4 minuti dal termine della gara, Roma conduce 79 a 74. A 3 minuti dal termine le cose si mettono male per Avellino, anche Taquan Dean raggiunge il quinto fallo ed è estromesso dalla partita. Nonostante tanta buona volontà, il canestro continua ad essere stregato per Avellino e a 2 minuti dal termine, coach Tucci chiama un altro time out perché Roma rischia di scappar via (74-83). Nonostante la strigliata, la difesa di Avellino sul più bello si scioglie e la gara termina sul 79-94 a favore di Roma.

Un risultato amaro ed immeritato per una Sidigas che in campo ha cercato di gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma purtroppo, per i tifosi del lupo, non è bastato.

SIDIGAS AVELLINO – ACEA ROMA 79 – 94 (21 – 24, 40 – 49, 68 – 70, 79-94)

SIDIGAS AVELLINO: Biligha 3, Salafia, Richardson 13, Spinelli 8, Hardy 6, Crow, Dragovic 7, Iurato, Shakur 21, Johnson 5, Ebi 6, Dean 10.  All. Tucci

ACEA ROMA: Goss 21, Jones 2, Tambone, Tonolli, Gorrieri, D’Ercole 8, Datome 20, Di Giacomo, Taylor 13, Lawal 5, Czyz  16, Lorant 9.  All. Calvani