Riavviate le indagini sui corsi d’acqua che insistono tra Sannio ed Irpinia

3

Avellino- Lo si sta capendo sempre di più che l’acqua è il petrolio del futuro e quindi tutti vogliono salvaguardare i corsi d’acqua dall’inquinamento. Un mese dopo l’operazione ‘Acque pulite’ coordinata dalla Procura della Repubblica di Ariano Irpino, e culminata con l’esecuzione di due arresti, questa volta è la Procura di Benevento ad avviare anzi meglio dire riavviare le indagini sull’inquinamento che interessa i fiumi Calore, Sabato e Isclero. In merito ai tre corsi d’acqua che attraversano Irpinia e Sannio è stata prodotta una corposa documentazione depositata negli uffici giudiziari della Procura della Repubblica di Benevento che così ha ripreso a occuparsi del caso sollevato già la scorsa estate dagli esponenti e dagli ambientalisti del comitato di tutela fiume Calore.