Monti a SkyTg24: “Famiglia uomo-donna. Da me nessuna promessa”.

3

ROMA – Ormai Mario Monti si tuffa anima e corpo in ogni argomento di attualità politica.

“Il mio pensiero è che la famiglia debba essere costituita da un uomo ed una donna, e ritengo necessario che i figli debbano crescere con una madre ed un padre”. Ospite di “Lo Spoglio”, trasmissione condotta da Ilaria D’Amico su SkyTg24, il presidente del Consiglio uscente ha comunque affermato che “i parlamenti possono trovare strumenti per altre convivenze”.

Durante il programma, c’è spazio anche per una rivelazione: nel 1994 Monti votò per Berlusconi. “Ma solo allora – precisa –, perché credevo potesse portare avanti una rivoluzione liberale che poi non c’è stata”. Oggi è “l’espressione di una destra prigioniera delle sue clientele e dei suoi conflitti d’interesse”. Ma per Monti “gli italiani non sono matti, sapranno scegliere”, evitando un centrodestra così descritto dal Professore e una sinistra  che “ha fatto grandi passi avanti verso l’accettazione dell’economia di mercato, ma quando fa riforme verso l’apertura della concorrenza va un pochino contro la sua cultura storica”.

Riguardo alle tasse, Monti ha dichiarato di non prendere promesse: “La vita degli italiani è già stata resa più difficile, e le tasse più alte, da coloro che fatto promesse poco mantenibili”. Sulle ultime mosse della Fiat, ha affermato che “una impresa multinazionale ha il diritto ed il dovere di essere competitiva ma ha anche il dovere di ricordarsi qual è quel Paese che l’ha resa grande”.