Il Milan sorride per Kakà e dimentica di inserire Niang nella lista Champions

8

MILANO – Ora sono tutti d’accordo, è stato Kakà il vero colpo di questo calciomercato che ha fatto mancare emozioni e svanire sogni. In un autentico bagno di folla, Kakà torna al Milan e già domani sarà a Milanello per il primo allenamento della sua seconda vita.

Una buona notizia per il club dopo il clamoroso errore commesso durante la compilazione della lista Champions. Spiazzando tutti, infatti, M’Baye Niang non è stato inserito nella lista.

Umberto Gandini, direttore organizzativo del club di via Turati, dopo aver commesso uno strafalcione marchiano con un Comunicato ufficiale, apparso sul sito del Milan, ha chiesto scusa a tutti.

“Umberto Gandini, Direttore organizzativo AC Milan – si legge sul sito – , si assume la responsabilità dell’errore nella compilazione delle liste Champions League per non aver tenuto conto nella redazione delle stesse della normativa Uefa che permette l’iscrizione in lista B dei giocatori nati dopo il 1 gennaio 1992 con almeno due stagioni di militanza nel Club tra i 15 e i 21 anni. Umberto Gandini si dispiace di questo errore e chiede scusa a tutte le parti professionalmente interessate e ai tifosi rossoneri”.

LA LISTA DI ALLEGRI

Abate – Abbiati – Amelia – Balotelli – Birsa – Bonera – Constant – Coppola – Cristante – De Jong – De Sciglio – Robinho – El Shaarawy – Emanuelson – Kakà – Matri – Mexes – Montolivo – Muntari – Nocerino – Pazzini – Poli – Silvestre – Zaccardo – Zapata.