Giornata storica in Vaticano: due papi santificano Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II

5

CITTA’ DEL VATICANO – Il Papa che con il Concilio Vaticano II aprì la Chiesa al mondo e il Papa che portò la Chiesa e la parola di Dio in giro per il mondo. 

Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II sono stati proclamati santi stamane, in una Piazza San Pietro gremita all’inverosimile. Per la prima volta nella storia, due papi hanno concelebrato la funzione di canonizzazione. Accanto a Papa Francesco, infatti, anche Benedetto XVI, il Papa Emerito Joseph Ratzinger, il primo pontefice della storia moderna a lasciare a lasciare volontariamente il soglio petrino. Un applauso lungo e caloroso ha accolto la formula con la quale, ad inizio celebrazione, Papa Francesco ha proclamato la santità di Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II, al secolo Angelo Giuseppe Roncalli e Karol Wojtyla.

“Ad onore della Santissima Trinità, per l’esaltazione della fede cattolica e l’incremento della vita cristiana, con l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dopo aver lungamente riflettuto, invocato più volte l’aiuto divino e ascoltato il parere di molti Nostri Fratelli nell’Episcopato, dichiariamo e definiamo Santi i Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II e li iscriviamo nell’Albo dei Santi e stabiliamo che in tutta la Chiesa essi siano devotamente onorati tra i Santi. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” . Una formula che ha scatenato la folla di fedeli, provenienti da tutto il mondo. 

Qualche cifra a testimonianza della grandezza e dell’importanza storica della giornata: 2 papi a concelebrare, 150 cardinali, 1.000 vescovi, 6.000 preti, 93 delegazioni ufficiali, 24 tra reali e Presidenti della Repubblica (per l’Italia Giorgio Napolitano), 600 sacerdoti a distribuire la comunione. Un evento che rende finalmente giustizia a due tra gli uomini che meglio hanno incarnato il ruolo e il concetto di pontefice. Ma un evento che rende giustizia soprattutto a quelle centinaia di milioni di fedeli sparsi per tutto il pianeta, che aspettavano solo di poterli venerare.