Gesualdo Confort of Gesualdo: teatro, nasce il progetto europeo

9

AVELLINO – L’Istituto italiano di studi Gesualdiani, con la partnership del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino e l’Ente provinciale del turismo,propongono il concerto di battesimo del “Gesualdo Consort of Gesualdo”.

E’ il primo insieme strumentale irpino dedicato al principe dei musici e diretto da Marco Berrini, che si terrà martedì 3 giugno alle ore 21.00 presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Gesualdo. Dopo le celebrazioni per il 400esimo anniversario dalla morte del principe Gesualdo da Venosa, il prossimo 3 giugno, presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Gesualdo, si terrà il primo concerto del “Gesualdo Consort of Gesualdo”, diretto da Marco Berrini. Una produzione musicale europea ideata dall’Istituto Italiano di Studi Gesualdiani, l’ente culturale fondato e sostenuto dal Comune di Gesualdo, che si avvarrà della collaborazione con il Teatro Carlo Gesualdo di Avellino e del sostegno dell’EPT di Avellino.

La location è uno dei luoghi gesualdiani più suggestivi, la chiesa di Santa Maria delle Grazie, dove è custodita la famosa “Pala” d’altare raffigurante il Principe madrigalista Carlo Gesualdo, penitente dinanzi a Cristo giudice, sarà la location per un appuntamento esclusivo, che darà inizio ad un lungo percorso artistico in terra d’Irpinia. A guidare l’impresa ci penserà il Maestro Marco Berrini, già direttore del Coro della Conferenza Episcopale italiana e tra i massimi esperti di musica rinascimentale e barocca, che ha selezionato cinque delle migliori voci italiane per costituire un ensemble intitolato a Gesualdo. Attorno al coro gesualdiano, inoltre, sorgeranno da subito nuove iniziative come quella che porterà alla scrittura di una vera e propria “Carta” che disciplini la collaborazione fra tutti i “Gesualdo Consort” d’Europa, uniformandone i principi ispiratori, l’avvio di corsi di formazione e di specializzazione in canto corale e la costruzione di un festival internazionale.

“Il teatro comunale di Avellino è nato nel segno di Carlo Gesualdo – spiega il presidente dell’Istituzione teatro comunale Luca Cipriano – e per suggellare questo legame fortissimo, in occasione del 400enario della morte del principe dei musici, abbiamo portato ad Avellino ben 21 spettacoli, tra musica, teatro danza e letteratura, racchiusi in un articolato cartellone celebrativo, per omaggiare il genio e la follia del grande madrigalista. Dopo quella bellissima avventura durata un anno intero, prendiamo parte a questo progetto con altrettanto entusiasmo per ricordare e valorizzare un grande e assoluto talento della nostra terra e portare Avellino e l’Irpinia al centro del contesto musicale europeo».