Lupa Castelli Romani, pagano in tre per la rissa di Lacedonia: sospesi

11

FRASCATI – Dieci giorni dopo il tremendo e disgustoso epilogo della gara U.S. Avellino – Lupa Castelli Romani, e dopo le squalifiche inflitte dal Giudice Sportivo, arriva anche la decisione interna della società laziale.

Lo rende noto lo stesso sodalizio di Frascati, attraverso un comunicato sul proprio sito, che riportiamo integralmente.

“Alla luce dei gravissimi fatti avvenuti in occasione della gara Avellino-Lupa Castelli Romani del campionato “Dante Berretti” in data sabato 26 settembre 2015, e delle conseguenti sanzioni comminate dal Giudice Sportivo nel Comunicato Ufficiale 11/TB del 30 settembre, dopo attente riflessioni la società Lupa Castelli Romani ha deciso di reagire con fermezza e adottare i seguenti Provvedimenti disciplinari:

– calciatore Bertarelli Alessio: sospensione da tutte le attività sportive fino al giorno domenica 11 ottobre compreso;
– calciatore Faraone Edoardo Giuseppe: sospensione da tutte le attività sportive fino al giorno domenica 11 ottobre compreso;
– calciatore Italiano Gianluca: sospensione da tutte le attività sportive a tempo indeterminato.

La società, ritenendo necessario oltre che doveroso da parte degli atleti coinvolti dare pubblicamente un segnale di pentimento e ravvedimento, ha richiesto agli stessi la disponibilità di dedicare almeno 1 ora del proprio tempo ogni settimana – fino al termine della squalifica sportiva – a servizi utili alla propria squadra di appartenenza, contribuendo in prima persona ad esempio alla pulizia degli spogliatoi, alla sistemazione del materiale e al mantenimento dei campi di allenamento”.