Un mondo di cose belle per la gente dell’Irpinia e del Sannio

73

Senza rendercene conto un altro anno è volato via.

Per molti di noi, quello appena trascorso è stato un anno davvero difficile, pieno di dolore, ricolmo di delusioni ed amarezze, carico di violenza e di odio persino nei confronti di un’umanità in fuga dagli orrori della guerra e della carestia. Un altro anno da raccontare, insomma, con le sue difficoltà e le sue gioie, con i suoi momenti bui e i suoi sprazzi di luce accecante come le parole del Santo Padre che spesso ci hanno riscaldato il cuore e aiutato a non perdere la speranza.

Siamo di nuovo al tramonto, in attesa della nuova alba che, come ogni alba che si rispetti, porta con sé nuove speranze e propositi anche per questo progetto editoriale che da, oltre, dodici anni promuove l’Irpinia e il Sannio, terre martoriate e troppo spesso dimenticate.

Un progetto ambizioso, che in questi mesi è diventato ancora più importante grazie alla spinta, preziosa, dei professionisti di Fioridizucca, con i quali stiamo ottenendo tante soddisfazioni che, se da un lato, ripagano il nostro impegno e il lavoro quotidiano, dall’altro, ci danno il giusto entusiasmo e la forza per andare avanti. A questa squadra auguro, con tutto il cuore, di avere la forza di essere fedele sempre a ciò che ritiene giusto. Lo so, a volte è difficile e a volte sembra proprio impossibile. Ma l’Irpinia e il Sannio che vorrei – quelle che, tutti noi, vogliamo -, passa proprio da lì, senza scorciatoie possibili.

Con questo proposito, a nome di tutti, auguro ai nostri lettori, di trascorrere un Natale sereno e brindare al nuovo Anno con la grazia di un cuore saldo, ricco di emozioni e di cose belle.

Anche nel 2016, continueremo a tenervi informati sempre, con la stessa tenacia senza mai stravolgere la notizia nel rispetto della veridicità della stessa e dando spazio a tutti coloro che vogliono far sentire la propria “voce”.

Buon Natale, buon Anno. Buon tutto, a tutti noi!

Andrea Festa