AMMINISTRATIVE ’16 | Lacedonia, primi spifferi: Rizzi lascia, abboccamento M5S-sinistra

12

LACEDONIA – La notizia vera sarebbe che dopo un po’ di anni la sede lacedoniese del Partito democratico vede nuovamente più di sei persone tutte insieme.

In realtà, a una settimana dal tesseramento (ci informeremo sul numero preciso di tessere staccate), il circolo dem ha aperto i battenti e ospitato una riunione per accogliere le decisioni del sindaco Rizzi in merito alle amministrative del prossimo giugno. Mancano tre mese, è vero, ma le prime decisioni di fondo vanno prese, comunicate e digerite.

Dunque, Rizzi avrebbe informato il partito che non torna indietro: due mandati, come già affermato qualche mese fa, possono bastare. Semplice verità o strategia da vecchio volpone democristiano per fare il vuoto e far convergere di nuovo tutti su di sè? Intanto, spifferi parlano della volontà del sindaco di organizzare una riunione di maggioranza per sondare la disponibilità di qualche elemento. Il nome che più viaggia in questo momento, e per la verità già da un po’, è quello del vicesindaco Antonio Caradonna. Resta, come già annunciato nei mesi scorsi, la volontà di trovare delle basi comuni con quella che nei cinque anni passati sarebbe dovuta essere la minoranza consiliare, quindi non è escluso che anche da quella parte si voglia proporre qualche nome.

Nella riunione, inoltre, si sarebbero gettate le basi per una squadra, stando a quanto trapela, lontana da logiche familistiche. Ammettiamo che sarebbe un sogno.

Rizzi con il vice Caradonna, il cui nome è in pole per la successione
Rizzi con il vice Caradonna, in pole per la successione

Morto e sepolto ormai da tempo tutto ciò che potesse avere anche lontanamente a che fare con il centrodestra (questo sconosciuto), a prendersi quel che resta della scena politica è inevitabilmente il Movimento 5 Stelle, che a Lacedonia conta su un buon gruzzolo di voti ma che nel tempo non ha saputo organizzarsi. Lo avevamo anticipato nei giorni scorsi, prima del dibattito di sabato (ed eravamo pure stati smentiti via telefono e via Facebook): ci sarebbe stato un abboccamento con gli highlander della politica lacedoniese. E difatti, stasera sarebbe andato in scena un incontro con gli ex comunisti, facenti capo all’area di Sinistra Italiana, capitanati come sempre da Rocco Pignatiello. Ovviamente, l’ambiente come rampa di lancio per tentare un approccio in ottica amministrative.