LACEDONIA ’16 | -48. Rizzi accende la campagna elettorale: Non mi ricandido (VIDEO)

17

LACEDONIA – Lo aveva detto da tempo, e noi lo avevamo riportato. Lo aveva ripetuto, e noi, bisogna essere onesti, in fondo non è che gli credessimo poi tanto.

Attraverso la lettura di un manifesto al termine del consiglio comunale di stasera, il sindaco di Lacedonia, Mario Rizzi, ha comunicato ufficialmente la sua decisione di non candidarsi alle amministrative del prossimo 5 giugno.

Rizzi ha letto un documento che, oltre a dare comunicazione di questa sua volontà, si è palesato piuttosto duro in alcuni punti. In particolare, nell’esigere rispetto verso la sua decisione e le ragioni che lo hanno condotto a fermarsi qui. Un passaggio molto deciso – e sembra anche amaro – ha riguardato la compagine dei “Giovani +5”, che aveva difeso a spada tratta già durante la seduta del consiglio. Ha bollato come “‘patetico’ il tentativo di etichettare come copia, ‘strumenti nelle mani del vecchio sindaco’, quel gruppo di persone che invece, in totale autonomia di pensiero e azione, si affaccia a candidarsi alla guida del paese”.

Il consigliere Russo abbandona la seduta
Il consigliere Russo abbandona la seduta

Una risposta anche al consigliere Michele Russo, che precedentemente aveva abbandonato i lavori, segnando così, a fine consiliatura, finalmente un vero e proprio strappo con la maggioranza. Dopo aver contestato la tempistica relativa all’approvazione dello statuto comunale e elencato alcune delibere a suo dire esempio del cattivo metodo adottato dal consiglio comunale (già riportate in questo articolo), Russo aveva infatti invitato a fare lo stesso “tutti i consiglieri, in particolare chi si definisce giovane e nuovo, ma che fino a oggi non ha mai dimostrato lontananza da metodi e atteggiamenti politici che con tutto hanno a che fare tranne che con la trasparenza e la democrazia e il bene del paese”.