Aquilonia, il Comitato diffida il Comune: Abbattimento Palazzine, manca il parere della Sovrintendenza

61

AQUILONIA – Va avanti ad Aquilonia la vicenda riguardante le cosiddette Palazzine, le casette asismiche oggetto di delibera di abbattimento da parte del Comune.

Il Comitato Palazzine Bene Comune, che si è costituito contro la demolizione e in favore della valorizzazione di questi moduli risalenti al 1930 (leggi qui), ha operato un passo ulteriore in questa battaglia, presentando una formale diffida proprio al Comune di Aquilonia perché non attui quanto stabilito proprio dalla delibera dello scorso 21 novembre.

Alla base della diffida, per il comitato, l’illegittimità della del provvedimento: “Manca il parere della Soprintendenza”. “Le palazzine (tutte quelle che restano) sono a pieno titolo bene culturale”, proseguono dal comitato. “Lo sancisce il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio al comma 1 dell’articolo 10 e al comma 1 e 2 dell’articolo 12. In queste norme è vietata qualunque attività sui beni pubblici che presentano interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico di età superiore ai settant’anni (le casette risalgono al 1930, ndr). La questione è stata segnalata alla Soprintendenza e al Ministero”, scrivono sulla frequentatissima pagina Facebook, dove annunciano la diffida presentata presso il Comune. “Se procedono con l’abbattimento – aggiungono – commettono un reato”.

Parallelamente, mentre prosegue la raccolta firme contro la delibera comunale (circa ottocento le firme già messe insieme), il videomaker romano Michele Citoni è calato su Aquilonia, dove ha cominciato a raccogliere testimonianze di vita da parte degli aquiloniesi più o meno giovani, che espongono il proprio singolare ricordo legato a quel quartiere del paese.