Servizio Trasporti Infermi in 118 nel Sannio: il C.UB. comunica lo stato di agitazione

9

Benevento – Con una nota a firma del Segretario Generale, il C.UB. comunica alla Prefettura di Benevento, all’Asl ed alla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia Sanità Italiana Benevento lo stato di agitazione.

Visti gli atteggiamenti a dir poco discutibili – dichiara il Segretario Giuseppe Gentilcore – recentemente messi in campo dalla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia avverso buona parte dei propri dipendenti rei di aver adito le vie giudiziarie per vedersi riconosciuto il diritto ad un’equa e congrua retribuzione dopo averla richiesta in tutte le forme concertative possibili anche nostro tramite.

Vista la Delibera Asl n. 158/2018 “…Indizione procedura aperta ai sensi del D.lvo 50/2016 per l’affidamento in appalto del servizio di soccorso e trasporto infermi in emergenza 118 – importo a base d’asta Euro 11.292.897,00 + iva – CIG 740721425D …“ il cui Capitolato Speciale di Appalto per come stilato rischia di essere minatorio della salvaguardia dei livelli occupazionali e retributivi storicamente in godimento in favore degli operatori del comparto.

Considerato che, già in passato il comparto in questione è stato oggetto di criticità gestionali ed economiche tutte a danno del personale in esso operante che a tutt’oggi sono solo parzialmente risolte. Già in data 12/12/2017 veniva chiesta, senza esito, all’Asl Benevento l’apertura di un tavolo istituzionale con le parti sociali volto a garantire l’inserimento di opportune clausole sociali nel futuro bando di gara da predisporsi, il tutto negli interessi dei cittadini fruitori, nonché a salvaguardia dei livelli occupazionali del personale operante nel servizio.

La scrivente O. S. dichiara lo stato di agitazione per l’attivazione delle procedure di raffreddamento e conciliazione, riservandosi la proclamazione dello sciopero ai sensi dell’art. 2 comma 2 della legge 146/1990, come modificata dalla legge n. 83/2000 e s.m.i., per l’immediata rimozione dei comportamenti vessatori  messi in atto dalla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia a danno del personale dipendente, nonché per un’integrazione, volta alla salvaguardia dei livelli occupazionali e retributivi storicamente in godimento in favore degli operatori del comparto, del Capitolato Speciale D’Appalto della Delibera ASL de quo che sta provocando  non poca preoccupazione nel personale operante nel comparto che giova ricordarlo si occupa tra le altre cose del delicato compito di tentare di salvare vite umane compito che di per se necessiterebbe della più ampia serenità lavorativa possibile.

Nell’attesa di essere convocati – conclude la nota – , unitamente alla Direzione Generale dell’ASL BN ed alla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, per esperire il tentativo obbligatorio di conciliazione alla presenza di S.E. Il Prefetto di Benevento, si resta a vostra disposizione al numero di fax 08241811293”.