Montella, finalmente interventi sulla viabilità

12

Montella, il Sindaco soddisfatto del protocollo d’intesa con la Provincia per gli interventi sulla viabilità

Il Sindaco di Montella Ferruccio Capone commenta così la firma del protocollo d’intesa in Provincia alla presenza del Presidente Domenico Gambacorta: «Finalmente si è definito e firmato il protocollo di intesa con la Provincia. Oggetto del protocollo le strade ex 164 dalla caserma dei Carabinieri fino alla variante di via Libera e via Garibaldi, pass livello cimitero, pass livello di via Capone: in pratica sul centro di Montella si interverrà con miglioramenti notevoli. La riqualificazione inciderà positivamente su sicurezza e vivibilità».

Montella

«Dopo due anni di trattative il presidente, al quale va il mio ringraziamento, si è convinto della necessità di una adeguata riqualificazione urbana – aggiunge Capone – che consente di mettere in sicurezza le arterie stradali e rendere inoltre la vita più facile ai pedoni. Le due provinciali resteranno urbane, la Provincia conserverà la proprietà ed il Comune beneficerà dei lavori. Il Comune di Montella deve anticipare solo la progettazione, da recuperarsi nel QTE. Con questo protocollo e altre opere di riqualificazione che partiranno, completando altresì le opere in sospeso, questa Amministrazione si avvierà con soddisfazione alla chiusura del mandato dimostrando di aver dato un notevole impulso alla sistemazione urbanistica che questa comunità si aspettava e che merita. Tutto – precisa il sindaco – senza indebitare l’ente comunale ma eliminando con i due mandati amministrativi circa 8 milioni di debiti. L’Amministrazione ringrazia il presidente della Provincia per la sensibilità e le attenzioni per il nostro paese. Adesso con i nostri uffici tecnici scatta una gara contro il tempo per non perdere questa opportunità tanto sospirata».

Montella
Ferruccio Capone

Termine per la presentazione dei progetti il 15 maggio. Per un importo totale di circa 2 milioni di euro. «Se la Provincia rispetta gli impegni i lavori inizieranno a fine anno», dice Capone.

Oltre al rifacimento del manto stradale, con una adeguata progettazione che comprende tutti i sottoservizi mancanti, saranno progettati i marciapiedi. Con il progetto della ex 164, a partire dalla caserma dei Carabinieri proseguendo da piazza Bartoli fino all’incrocio di S. Giovanni, lato destro, sarà previsto un marciapiede di m 1,30 mentre sul lato sinistro a partire da vico Ferri e fino all’istituto S. Giuseppe, saranno inclusi nel progetto tutti gli spazi esistenti al lato della strada mediante la perequazione per costruire un marciapiede dedicato ad isola pedonale non inferiore a tre metri. Sempre sullo stesso lato sarà necessario un allargamento del ponte sul torrente Santamaria, e proseguendo fino all’istituto S.Giuseppe per una larghezza di almeno m 3 di marciapiede ad uso pedonale. Per via Garibaldi fino al X livello S. Capone, sarà previsto un allargamento a m. 8 della carreggiata, più m 1,5 di marciapiede su entrambi i lati. Saranno previste la disciplina delle acque bianche, caditoie e sottoservizi.