La Baita

“La Baita”, nasce a Solopaca il primo hotel a cinque stelle per cani da compagnia

E’ una prima volta nel Sannio. E’ il frutto di un lavoro incessante, fatto di passione e dedizione ad una sola causa: il mondo dei cani.

Ubaldo Di Massa, direttore del Centro Cinofilo del Taburno, ha da poco alzato il sipario alla “Baita”, il primo hotel a cinque stelle per cani da compagnia. Un impegno, quello di Di Massa, che si affianca al lavoro di recupero dei cani randagi ospitati nel Centro Cinofilo dal 1999 e che da diversi anni è diventato meta di un incessante lavoro contro l’abbandono.

“Alla Baita – racconta- ho dato la forma e la sostanza della mia passione, quella che occupa per intero le mie giornate e che sento pulsare dentro di me da quando ero solo un ragazzino timido e inesperto. Con i cani mi sento a mio agio, libero di esprimermi e in pace con me stesso. Ho sempre vissuto in simbiosi con loro e non ho mai voluto guardare in un’altra direzione, nonostante le prime avversità che pure hanno minato il mio cammino. Ho lottato per diventare un addestratore e per tirare su il Centro Cinofilo del Taburno, di cui sono direttore dal 1999 e dove trovano rifugio randagi e che hanno solo bisogno di essere guardati negli occhi e ricevere sicurezza, indicazioni, cibo utile per la loro sussistenza e una vita dignitosa. In cambio ne ricevo riconoscenza e consapevolezza di condividere un percorso comune fatto di regole e lavoro. E’ un’empatia straordinaria quella che ci permette di conoscere il percorso e farlo insieme, senza aver bisogno di usare troppe parole”.

La Baita nasce per tentare di prevenire questo fenomeno, soprattutto in concomitanza con il periodo estivo, che fa registrare picchi elevatissimi di abbandono. Se il Centro si occupa di gestire il fenomeno, la Baita punta ad arginarlo offrendo una valida possibilità per i padroni impossibilitati a farsi seguire dai rispettivi cani durante le vacanze.

L’iniziativa ha incassato il plauso del Movimento Animalista, che ha parlato di “struttura all’avanguardia ed innovativa, che va incontro alle esigenze di chi per un periodo è costretto ad allontanarsi”.

In quello che è diventato un vero e proprio mondo ideale per i cani, inoltre, si sta concludendo in questi giorno il IV Corso per addestratori Cinofili riconosciuto dall’Enci, l’Ente Nazionale della Cinofilia italiana. Decine gli aspiranti addestratori che stanno portando a termine un percorso di qualità. A Solopaca, nel cuore del Sannio.