Zungoli: la “Notte Romantica” in uno dei Borghi più Belli d’Italia

151

Tutto pronto a Zungoli per accogliere gli innamorati. Per sabato 23 giugno, infatti, è in programma la Notte Romantica: l’evento è alla sua terza edizione e si svolgerà in contemporanea in tutta Italia. La notte dell’amore rientra nelle azioni di marketing territoriale promosse dall’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” di cui Zungoli fa parte. Nel piccolo centro irpino all’organizzazione della kermesse ha attivamente collaborato l’associazione “Borgo CreAttivo”.zungoli

Sarà una serata magica grazie anche al suggestivo borgo che farà da palcoscenico per tutta una serie di appuntamenti che coinvolgeranno le zone più evocative del paese. Il sipario si alzerà alle ore 19.30 quando è prevista, in piazza Castello, la presentazione del libro “Dillo a parole tue” a cura di Maria Luisa Grande. Alle ore 22.00, in via Giudea, sarà la volta dell’Appuntamento al Buio: romantico spettacolo pirotecnico che illuminerà l’intero centro storico dominato dall’imponente Castello medioevale dei Susanna. Durante tutta la serata sarà possibile scrutare il cielo grazie ad una postazione astronomica curata dai professori Michele Zarrella e Marco Mannetta. Infine, l’appuntamento più atteso è il Minuto Mozzafiato in programma per mezzanotte in punto quando il lancio delle lanterne volanti ed il brindisi rappresenteranno l’epilogo più coinvolgente che si possa immaginare per una manifestazione che intende celebrare l’amore in tutte le sue forme.

Zungoli è uno dei cinque borghi irpini – insieme a Nusco, Savignano Irpino, Monteverde e Summonte – appartenti al prestigioso club de “I Borghi più Belli d’Italia”: si tratta di un’associazione che riunisce piccoli comuni o anche frazioni con l’intento di fornire i mezzi necessari per promuovere patrimoni artistico-culturali notevoli e per combattere le piaghe dello spopolamento e del depauperamento sociale. Inoltre, proprio poche settimane fa, il Touring Club Italiano ha assegnato a Zungoli la Bandiera arancione, ambìto riconoscimento che viene conferito ai piccoli borghi italiani (max 15.000 abitanti) che maggiormente si sono distinti per un’offerta turistica d’eccellenza e per un’accoglienza di qualità. Il paese diviene così il primo comune arancione d’Irpinia e il quinto in Campania.