Mercogliano, la candidatura FAI per Capocastello

65

Mercogliano, lunedì 16 luglio presso l’Abbazia di Loreto una tavola rotonda sull’iniziativa intrapresa per tutelare il centro storico di Capocastello

Lunedì 16 luglio, alle ore 18:30, nella Sala degli Arazzi, presso l’Abbazia del Loreto di Mercogliano, una tavola rotonda alla presenza dell’Abate di Montevergine, Padre Riccardo Guariglia, del Sindaco di Summonte nonchè Presidente del Distretto Turistico del Partenio Pasquale Giuditta  e di Raffaele Troncone capo della delegazione FAI Avellino,  delle associazioni locali e in primis quella di Castellarte.

Promotrici dell’iniziativa le associazioni locali “Sogni Ferrati” e “Tg Mercurio: l’informazione asettica”

Al centro del confronto la tutela del centro storico di Capocastello, oggetto di recente della querelle sul caso Castellarte, la rassegna internazionale di artisti di strada che quest’anno per la prima volta non vedrà realizzare dopo venticinque anni la sua edizione. Non un caso quindi l’intuizione mossa da un sentimento di affetto nei confronti del proprio paese quella che ha spinto un giovane del posto, Giuseppe Salvio, ad inserire la scheda del borgo medioevale di Capocastello nell’iniziativa del Fondo Ambientale Italiano (FAI) “I Luoghi del cuore”.

Cos’è il FAI

Nato dall’idea della figlia del grande filosofo Benedetto Croce, si impegna da oltre 40 anni a salvaguardare il patrimonio di arte, natura e cultura grazie a donazioni volontarie.

Si tratta di un’iniziativa nazionale che vede gli italiani chiamati ad indicare e votare quale luogo del loro cuore, che sia famoso o sconosciuto, aiutare a salvare grazie ai fondi dell’iniziativa sostenuta anche da Intesa Sanpaolo.

Sei mesi di “censimento” per capire quali siti, degradati o minacciati, abbandonati o semplicemente dimenticati, potranno ricevere i premi in denaro utili a ristrutturazione, cura e protezione. Una fortuna toccata finora, sin dalla prima edizione del 2003, a decine e decine di luoghi oggi tornati all’antico splendore.

Nel 2018 il bene che avrà ottenuto più segnalazioni riceverà un contributo di 50.000 euro, il secondo classificato 40.000 e il terzo 30.000.

IL Borgo di Capocastello

Far rinascere il centro storico di Capocastello con tutte le ricchezze artistiche e  naturalistiche che possiede, oltre ad essere un desiderio, è una necessità, considerato che manca della fruibilità necessaria ad una vivibilità quotidiana nonchè alla frequentazione turistica del luogo. Emblematico è lo stato di abbandono in cui versa da anni la struttura dell’anfiteatro annessa ai resti del castello medioevale. Illuminazione, barriere architettoniche, impianti elettrici, stato delle pavimentazioni, sicurezza degli edifici, sono queste le principali necessità a cui si vuole far fronte con l’ausilio del Fondo FAI.

Le votazioni sono aperte fino a fine novembre al link (https://www.fondoambiente.it/luoghi/capocastello)