Cinghiali illecitamente custoditi: multa e denuncia per due

54

Cinghiali detenuti illecitamente in recinti costruiti all’interno di una proprietà.

Per questa ragione, due persone originarie di Monteverde sono state deferite alla competente Autorità Giudiziaria. I due sono stati inoltre sanzionati per circa ventimila euro.

Il controllo è stato effettuato a Monteverde dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) di Avellino, unitamente ai colleghi delle Stazioni Forestali di Lacedonia e Volturara Irpina, nonché a personale sanitario dell’A.S.L. di Avellino.

I cinghiali, sedici, erano custoditi in assenza delle autorizzazioni regionali, considerato che tale specie di fauna selvatica è inclusa nell’elenco del Decreto del Ministro dell’Ambiente che individua gli animali che possono costituire pericolo per la salute e l’incolumità pubblica, di cui è vietata la detenzione se non previa autorizzazione della Prefettura competente.

Nel corso del controllo, alla specifica richiesta da parte degli operanti, entrambi i soggetti riferivano di non possedere alcuna documentazione attestante la provenienza dei cinghiali né tantomeno le prescritte autorizzazioni a detenerli.

Si è così proceduto al sequestro di undici cinghiali detenuti da un 55enne e di cinque detenuti da un 60enne, entrambi di Monteverde, ai quali sono stati affidati gli stessi animali in attesa di disposizioni da parte degli organi competenti.

Alla luce delle evidenze emerse, a carico dei predetti, oltre alle sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa ventimila euro, è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.