Brigantaggio, Solopaca ricorda gli anni dell’Unità

49

Brigantaggio sempre tematica di attualità nel Mezzogiorno e, in particolare, nelle aree interne.

A Solopaca, torna infatti l’appuntamento fisso di inizio estate dedicato proprio a questo tema. Solopaca ha vissuto da protagonista quegli anni della storia d’Italia, riscoperta solo di recente.

Dagli eccidi di Pontelandolfo e Casalduni alle scorrerie dei briganti che infestavano i monti del Taburno e del Matese. La manifestazione, da oggi a domenica 15 (vedi il programma completo), vuole fare luce su quegli anni con la partecipazione di studiosi.

La locandina della manifestazione

Quest’anno, nell’ambito della quinta edizione, sarà presentato il libro di Ugo Simeone “Il brigantaggio nel beneventano dopo l’Unità d’Italia”. Relatori saranno il giornalista Giancristiano Desiderio e l’editore Vincenzo D’Amico.

La manifestazione prevede inoltre proiezioni di film e escursioni sul monte Palombella. Qui, nei pressi del Santuario del Roseto, erano soliti trattenersi i briganti. Si terrà anche la rievocazione storica della cavalcata dei briganti, un evento realmente accaduto a Solopaca. Era il 1862 quando un gruppo di briganti scese in paese sfidando la forza pubblica del nuovo Stato Unitario e inneggiando a Re Francesco II. La manifestazione si concluderà con i canti tradizionali del gruppo Djanara. Durante le serate sarà presente anche un punto ristoro.