Basket: la Sidigas Avellino rialza la testa e torna a vincere

115

Avellino – Nona giornata della lega A del campionato italiano di basket, a far visita alla Sidigas Avellino c’è l’Enel Brindisi. Una Sidigas che deve riscattare le ultime pesanti sconfitte che l’hanno relegata in fondo alla classifica. Coach Tucci che decide di iniziare la gara con Johnson, Ebi, Spinelli, Richardson, Shakur; gli replica Bucchi con Gibson, Viggiano, Robinson, Simmons e Reynolds.

PRIMO QUARTO. Il primo parziale della partita è brindisino (0-7), grazie a due tiri liberi ed una schiacciata di Simmons ed una bomba di Jeff, a suonar la carica per Avellino ci pensa Mustafa Shakur, che mette a referto i primi due punti per Avellino e sembra il più pimpante tra le casacche bianco verdi  (9 punti per lui alla fine del primo quarto).  Si chiude il primo quarto sul 15 – 15.

SECONDO QUARTO. La Scandone sta bene, corre, lotta e fa girare la palla,la squadra ammirata fino ad una settimana fa sembra lontana parente di quella scesa sul parquet stasera. Grazie a sette punti di fila di Johnson, la Sidigas mette  la testa avanti (23-18). A metà del secondo quarto, è Brindisi, grazie ad una tripla di Gibsos, ad andare in avanti (25-26). Il secondo quarto si chiude 34-40. Migliori in campo a metà gara Shakur e Johnson per Avellino, Simmons e Reynolds per Brindisi.

TERZO QUARTO. Dopo l’intervallo lungo, Tucci schiera in campo Shakur, Mavraides, Johnson, Ebi e Richardson. La Sidigas corre e si batte sotto canestro e, grazie ad un parziale di 6-0, riporta la gara in parità dopo 3 minuti. A metà del terzo quarto, la partita è ancora in equilibrio (42-42). La gara sale di intensità, ma sono troppi gli errori di tiro da parte delle due squadre. Con una tripla di Viggiano ed un canestro di Reynolds, gli ospiti provano a scappare di nuovo (42-45). Grazie ai  tanti rimbalzi di Johnson e di Ebi, la Sidigas riesce ad arginare Brindisi e con una a tipla di Dragovic ristabilisce la parità a 35 secondi dal termine della frazione (49-49). Gli ultimi punti del terzo quarto sono due tiri liberi di Gibson che riportano i biancoazzurri avanti (49-51).

QUARTO QUARTO. Una tripla di Richardson riporta avanti la Sidigas. Dopo una schiacciata di Jojnson ed una tripla di Dragovic, coach Bucchi è costretto a chiamare il time out. Avellino, però, continua a macinare gioco e dopo 5 minuti, con un tiro libero di Johnson è avanti di sette lunghezze (62-55). Tra i lupi, Shakur è indemoniato, oltre a sfornare assist e prendere la squadra per mano, costringe Simmons a fare il quarto fallo ed una sua schiacciata in campo aperto costringe coach Bucchi a spendere il suo ultimo timeout con la Sidigas che vola via sul massimo vantaggio di + 10 a 2:52 dal termine. Brindisi cerca di avere una reazione d’orgoglio ma Avellino oggi è inarrestabile, la gara si chiude con una schiacciata di Dragovic che  fissa il punteggio sull’81 a 71 per i locali. Oltre ai due punti, l’aspetto positivo di questa partita è il fatto che finalmente si vede una squadra di basket in campo, con propri meccanismi offensivi e difensivi.

Da segnalare gli incidenti avvenuti sugli spalti da parte del pubblico brindisino, a seguito di un gesto provocatorio da parte di Linton Johnson nei suoi confronti a fine gara.

SIDIGAS AVELLINO – ENEL BRINDISI   (15 – 15, 34-40, 49-51, 81-71)

SIDIGAS AVELLINO: Warren 1, Ronconi, Biligha, Salafia, Richardson 14, Spinelli 2, Mavraides 8, Dragovic 12, Iurato, Shakur 26, Johnson 15, Ebi 3. All. Tucci

ENEL BRINDISI:  Viggiano 21, Robinson 6, Reynolds 8, Formenti, Fultz 6, Ndoja 7, Simmons 7, Porfido, Zerini, Gibson 14, Grant 2. All. Bucchi