Musica, il lacedoniese Antonio Pignatiello alle audizioni del festival Musicultura

120

LACEDONIA – Ancora un successo per Antonio Pignatiello, cantautore lacedoniese che nell’ultimo anno sembra aver impresso una decisa svolta alla sua carriera.

Pignatiello è stato infatti selezionato tra i 46 artisti italiani (su oltre duemila) che parteciperanno alle audizioni della ventisettesima edizione del prestigioso festival di Musicultura.

Le audizioni si svolgeranno al Teatro della Società Filarmonica di Macerata nel mese di febbraio. Al termine si conosceranno le 16 canzoni finaliste che andranno a comporre il CD Compilation e verranno presentate il 9 Aprile al Teatro Persiani di Recanati in un concerto dal vivo.

I brani passeranno poi in consegna a Radio 1 Rai per la programmazione e al giudizio del Comitato Artistico di Garanzia composto da Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Tiziano Ferro, Max Gazzè, Giorgia, Maurizio Maggiani, Dacia Maraini, Marta sui Tubi, Mariella Nava, Gino Paoli, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione, Stefano Zecchi.

Otto saranno alla fine i vincitori che nel mese di giugno 2016 accederanno alle tre serate conclusive del festival, trasmesse da Radio1 RAI, all’Arena Sferisterio di Macerata.

Di sicuro un grande riconoscimento per Antonio Pignatiello, cantautore irpino che ha recentemente pubblicato il suo nuovo album “A Sud Di Nessun Nord”: un disco pieno di storie e musiche provenienti da tutto il mondo e registrato “on the road”. Un disco a cui hanno preso parte circa trenta musicisti, tra cui Enza Pagliara, Marino Severini, voce della storica rock band “The Gang”, e missato dall’ingegnere del suono Taketo Gohara (con lui nella foto), produttore e ingegnere del suono anche del maestro Vinicio Capossela.