Calcio a 5, il Limatola passa a Cerreto. Ciarleglio: Triste giocare a porte chiuse

190

CERRETO SANNITA – ll Limatola chiude a punteggio pieno il girone d’andata del campionato di calcio a 5 serie D, girone D: la formazione di Gianpiero Parisi, infatti, vince anche a Cerreto al termine di una partita giocata straordinariamente da entrambe le squadre.

Doveva essere un pomeriggio da pienone al palazzetto di Cerreto e, invece, a causa dei fatti che portarono alla sospensione della gara fra la Libertas Cerreto e la Campana futsal, la formazione del presidente Ciarleglio è stata penalizzata con la disputa del big-match a porte chiuse, oltre a una ammenda e alla squalifica di uno dei punti di forza, Domenico Mazzarelli. Clima surreale al cospetto, invece, di una gara eccelsa giocata colpo su colpo da entrambe le contendenti, che avrebbe meritato ampiamente uno dei consueti “pienoni” cerretesi. Penalizzati i tanti appassionati di sport cerretesi e dell’intero comprensorio che avrebbero assistito davvero a un grande spettacolo.

Oltre al pubblico, erano assenti dall’una e dall’altra parte degli interpreti di eccellenza: Matteo Gagliardi e il già citato Domenico Mazzarelli per il Cerreto, il capitano Alessandro Cimmino per il Limatola, tutti squalificati. Ciononostante, la bellezza del match non ne ha troppo risentito. Gara sin dalle prime battute equlibratissima, occasioni dall’una e dall’altra parte. Carmine Marotta, smarcato in area, portava il Limatola in vantaggio. Immediata reazione cerretese: Gianfranco Carangelo rubava palla nella propria trequarti e si involava, saltando un paio di avversari, sul lato sinistro dell’attacco cerretese, da dove lasciava partire un perfetto assist che il bomber Giovanni Nunziante trasformava con freddezza nel gol dell’1-1.

Limatola di nuovo avanti con Iannotta, ma ancora un dirompente Nunziante, defilato sulla destra, siglava con una bellissima azione di potenza la rete del 2-2 col quale si chiudeva la prima frazione. Nella ripresa il Cerreto si portava in vantaggio grazie a una punizione-gol di Roberto Paduano. Espulsione, quantomeno severa, del portiere di casa Paolo Baldino. La girandola del gol portava poi al pareggio di Carmine Offreda e al nuovo sorpasso cerretese, firmato ancora dallo strepitoso Nunziante. Proprio in quella situazione il Limatola si è confermata squadra proiettata alla vittoria finale: pronta reazione e vantaggio per gli ospiti grazie ancora ad Offreda e a Simone Ferrara, che trova con un colpo da biliardo la rete del successo con l’aiuto del palo.

Finale col Cerreto all’attacco ma lo Sporting Limatola riusciva a portare a casa il decimo successo di fila, chiudendo il girone d’andata a punteggio pieno. I cerretesi, dal canto loro, hanno dimostrato di giocarsela alla pari con la formazione più forte del girone. Un buon viatico, malgrado il risultato, per la squadra allenata da Gennaro De Michele, che vuole dimenticare le ultime tre sfortunate partite per proiettarsi a un girone di ritorno da protagonista. Il Limatola, invece, acquisisce ulteriore ottimismo in vista della vittoria del campionato.

Il presidente cerretese Ciarleglio commenta così: ” Complimenti al Limatola, che non a caso ha vinto tutte le gare del girone d’andata. Noi, dal canto nostro, abbiamo disputato una gara di grandissima tenacia non sfigurando al cospetto della prima della classe nè dal punto di vista tecnico nè dal punto di vista tattico. Il grande rimpianto è stato non aver potuto giocare davanti al nostro grande pubblico, entrambe le squadre meritavano il palazzetto stracolmo. E’ inutile ormai pensare a quella che è stata la grande ingiustizia che abbiamo subìto dopo i fatti che hanno portato alla sospensione della gara con la Campana sul risultato di parità a 2 minuti dal termine, il tutto ha alterato la classifica della zona play-off ribaltando ciò che aveva detto il campo. Ora andiamo avanti e pensiamo, con rinnovato ottimismo nonostante le tre sconfitte, a riprendere la nostra marcia per cercare di totalizzare nel ritorno più punti rispetto a quelli dell’andata. Abbiamo dimostrato di potercela giocare contro chiunque, l’obiettivo è classificarci fra il secondo e il terzo posto.”