Consorzio Tutela Vini d’Irpinia, Milena Pepe confermata presidente: nuove sfide all’orizzonte

153

AVELLINO – Nel consiglio di amministrazione tenuto ieri, Milena Pepe è stata confermata con voto unanime alla guida del Consorzio di Tutela dei Vini d’Irpinia, vicepresidenti Stefano Di Marzo e Nicola Perillo.

L’obiettivo, in linea con la precedente gestione, sarà la valorizzazione della produzione irpina sia sul mercato interno, sia nella promozione sui principali mercati esteri. Negli ultimi tre anni gli iscritti sono passati da 200 a 300 circa a testimonianza del buon lavoro svolto nella direzione della tutela e della promozione delle produzioni di qualità, di una maggiore visibilità in contesti nazionali ed internazionali per un settore che è punto di riferimento dell’economia locale.

Il prossimo appuntamento è per domenica 13 marzo alla prestigiosa fiera vitivinicola “Prowein” di Dusseldorf, dove il Consorzio irpino sarà presente, all’interno del Padiglione Italia, con un proprio stand che ospiterà diverse aziende della provincia e, soprattutto, porrà all’attenzione della stampa e degli operatori le tre grandi DOCG irpine, Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Taurasi. La Germania, che assorbe il 15% dell’export dei vini irpini per un valore di circa 2.4 milioni di euro, rappresenta un mercato fondamentale con margini di ulteriore sviluppo. Poi ad aprile la vetrina del Vinitaly a Verona dove da anni i vini irpini rappresentano un’eccellenza nel panorama nazionale e dove tante aziende saranno presenti sia con stand propri che ospitati nello stand comune organizzato dalla Camera di Commercio. Le prossime riunioni del Consorzio si muoveranno nella prospettiva di potenziare il modello Irpinia, fondato su una particolare tipologia di aziende private cioè di aziende a matrice familiare e di piccola o media dimensione, capaci di mantenere uno standard delle produzioni di altissima qualità con riconoscimenti ovunque nel mondo.