Al Partenio finisce a reti inviolate: i Lupi fermano il Crotone capolista, primo punto per Marcolin

141

di Francesco Aufiero

AVELLINO – L’Avellino ferma la capolista nel sabato di Pasqua. Il Crotone non passa al Partenio-Lombardi e Marcolin ottiene il primo, importante punto all’esordio sulla panchina dei Lupi.

Il tecnico biancoverde cambia qualcosa, Jidayi scende in campo al posto di Rea, che accusa un problema muscolare, Gavazzi viene avanzato sulla trequarti e Mokulu scivola in panca. Davanti a Frattali, difesa a quattro con Pisano, Biraschi, Jidayi e Visconti. In mediana D’Angelo, Paghera e Arini, in avanti Insigne e Gavazzi dietro a Castaldo.

Al 1′ Jidayi manca l’aggancio, Palladino calcia in porta e Frattali blocca. Un minuto dopo Paghera su punizione, Cordaz blocca facilmente. Bella triangolazione al 10:’ Gavazzi-Castaldo-Arini, la cui conclusione è bloccata da Cordaz. Un minuto dopo contropiede, Castaldo serve Insigne al vertice sinistro dell’area ma il tiro viene deviato in angolo. Palla vagante al 23′, rovesciata di Castaldo debole per Cordaz. Al 25′ destro di Stoian dalla sinistra che Frattali para. L’Avellino è in partita, tiene testa alla capolista e va addirittura vicino al vantaggio. Al 26′, è Castaldo a superare in area il diretto avversario e a mettere dal fondo al centro, senza però trovare nessuno a concludere. Paiono positivi gli accorgimenti tattici di Marcolin (buono qualche spunto di Insigne e Gavazzi), che però ha preferito rinunciare alla buona vena realizzativa di Mokulu, proveniente da un ottimo periodo di forma.

Dario Marcolin
Dario Marcolin

Nella seconda frazione, per assistere a un’azione pericolosa bisogna attendere il 17′, quando Pisano serve Gavazzi che si accentra e tira: a lato. Al 20′ Lupi ancora pericolosissimi: dopo un clamoroso liscio di Insigne a centro area su servizio di Castaldo, è Paghera a concludere a rete, mancando il bersaglio di un niente. Il Crotone è pur sempre la capolista, e risponde subito: al 29’  Stoian lancia in area per Garcia Tena che mette in mezzo un cross potente e Biraschi a due passi dalla porta anticipa Palladino. Primi cambi per Marcolin alla mezzora: dentro D’Attilio e Mokulu, fuori D’Angelo e Castaldo. Ma le due squadre sembrano accontentarsi e non costruiscono più situazioni pericolose.

Contro il Crotone schiacciasassi ha pagato la maggiore copertura voluta da Marcolin. Buona la prova della difesa, che ha sofferto poco, mentre sulle fasce c’è stata maggiore ansia. Sabato prossimo Lupi impegnati a Latina, ma come anticipato dal nuovo tecnico, prima di un mese non si vedranno grossi cambiamenti.

AVELLINO – CROTONE 0-0

AVELLINO (4-3-2-1): Frattali; Pisano, Biraschi, Jidayi, Visconti; D’Angelo (29’ st. D’Attilio), Paghera, Arini; Insigne, Gavazzi; Castaldo (29’ st. Mokulu). A DISP.: Offredi, Nica, Tavano, Pucino, Joao Silva, Sbaffo, Chiosa. ALL.: Marcolin.

CROTONE (3-4-3): Cordaz; Garcia Tena, Claiton (16 st.Cremonesi), Ferrari; Zampano, Paro (16 st. Capezzi), Salzano, Modesto (6’ st. Balasa); Di Roberto, Palladino, Stoian. A DISP.: Festa, De Giorgio, Torromino, Barberis, Sabbione, e Delgado. ALL.: Ivan Juric.

ARBITRO: Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo. ASSISTENTI: Andrea Chiocchi della sezione di Foligno e Damiano Margani della sezione di Latina. QUARTO UOMO: Antonio Rapuano della sezione di Rimini. NOTE: ammoniti al 35′ pt Salzano (C), al 44′ pt Ferrari (C), al 5′ st Visconti (A), al 40′ st Balasa (C) per gioco scorretto, al 26′ st Insigne (A) per comportamento non regolamentare; angoli 5-4; recupero 1′ pt.3’ st.