Anche il Trapani corsaro al Partenio: Marcolin resta in panca, tutti in ritiro

178

di Francesco Aufiero

AVELLINO – L’Avellino di Marcolin non riesce a fare punti. Il Trapani di Serse Cosmi, lanciatissimo nelle posizioni alte di classifica, coglie la settima vittoria consecutiva sbancando il Partenio-Lombardi per 3 a 1.

Il tecnico dei lupi cerca di cambiare qualcosa, di difendersi meglio con un 3-5-2 che presenta, all’occorrenza, cinque uomini in difesa (Rea-Biraschi-Chiosa centrali, sulle fasce Pisano e Visconti). Centrocampo composto da Arini, centrale, con D’Angelo a destra e Bastien a sinistra, mentre sono sempre Mokulu e Castaldo a comporre il duo d’attacco.

La partita si mette subito male per i lupi. Già al 4′ il Trapani passa ripartenza di Eramo, che recupera palla e serve in profondità Citro, il servizio di ritorno per Eramo è preciso, e quest’ultimo col sinistro beffa Frattali da pochi passi. Al 10′ Fazio fallisce il raddoppio, sparando di poco alto. L’Avellino cerca di rendersi pericoloso con qualche traversone e alcune mischie in area ma fino alla fine del tempo nessun tiro in porta, tanta buona volontà ma poca qualità. Evanescente Castaldo, più attivo Mokulu. Nella ripresa il Trapani subito la chiude al 7’: su punizione battuta da Scozzarella dalla sinistra, Scognamiglio di testa  supera Frattali.

Marcolin cambia qualcosa: dentro Tavano per Mokulu. L’Avellino cerca di reagire, all’11′, diagonale di Castaldo in piena area, il pallone incrociato col destro termina di un metro a lato della porta di Nicolas. L’allenatore getta nella mischia anche Joao Silva al posto di Pisano, dando dunque maggiore consistenza all’attacco. D’Angelo, al 21’, ci prova in area con un destro di collo pieno, palla sporcata in angolo da un difensore. Poco dopo, cross di Biraschi dalla destra, torre di Joao Silva che prolunga per Tavano, il sinistro termina alto. Al 26′, il Trapani può metterla in ghiaccio: rigore per un fallo su Torregrossa da parte di Rea che, già ammonito, viene espulso. Frattali però ipnotizza Scozzarella e para la conclusione.

Ma è questione di minuti: la terza rete arriva subito dopo con una punizione di Petkovic dai 20 metri sulla quale Frattali non sembra essere impeccabile. Solo a questo punto l’Avellino reagisce bene: Castaldo incrocia di testa sul preciso cross di Visconti e supera Nicolas e accorcia le distanze. L’estremo difensore trapanese è invece abile al 40′ quando devia un bel tiro dal limite di Tavano. Lo stesso Tavano su cross di Visconti non sfrutta una sponda di testa di Castaldo e da pochi metri manda alto nei minuti di recupero.

La situazione si fa sempre più critica per i lupi, anche se resta inalterato il vantaggio sulla quintultima (4 punti). Adesso due trasferte consecutive prima con la Pro Vercelli e poi a Lanciano. La squadra non lotta, non combatte, sempre in ritardo sugli avversari che affondano come e quando vogliono. Anche l’attacco si è bloccato, poco incisivo e concreto. Gli errori nella scelta dei calciatori sono evidenti, si spera nel recupero di Jidayi e Gavazzi che possano dare solidità in difesa e fantasia in attacco. La società valuterà se continuare con Marcolin o cambiare, e qualcuno fa addirittura il nome di Attilio Tesser. Il tecnico dei lupi, intanto, conferma il 3-5-2 e porta tutti a Vercelli con qualche giorno d’anticipo. “Proveremo il sintetico, in alternativa andremo ad Ariano Irpino”, dice in conferenza stampa.

AVELLINO (3-5-2): Frattali; Biraschi, Rea, Chiosa; Pisano (18′ st Joao Silva), D’Angelo (28′ st Pucino), Arini, Bastien, Visconti; Mokulu (9′ st Tavano), Castaldo. A DISP.: Offredi, Nica, Insigne, Sbaffo, Paghera, D’Attilio. ALL.: Dario Marcolin.

TRAPANI(3-5-2): Nicolas, Perticone, Pagliarulo, Scognamiglio; Fazio, Eramo, Scozzarella (43′ st Ciaramitaro), Barillà (39′ st Raffaello), Rizzato; Citro (25′ st Torregrossa), Petkovic. A DISP.: Fulignati, Montalto, Camigliano, Pastore, Cavagna, Accardi. ALL.: Serse Cosmi.

ARBITRO: Renzo Candussio della sezione di Cervignano del Friuli.Assistenti:Francesco Fiore della sezione di Barletta e Damiano Margani della sezione di Latina.

RETI: 5′ pt Eramo (T), 7′ st Scognamiglio (T), 29′ st Petkovic (T), 33′ st Castaldo (A). NOTE: al 27′ st Frattali para un rigore a Scozzarella; espulso al 26′ st Rea (A) per somma di ammonizioni; ammoniti al 15′ st Pisano (A), al 19′ st Joao Silva (A), al 42′ st Raffaello (T) per gioco scorretto; angoli 8-1; recuperi 1′ pt e 5′ st.