“Cantine aperte”, oggi e domani le aziende vinicole irpine accessibili ai visitatori

136

di Francesco Aufiero

RED. – Ritorna il tradizionale appuntamento “Cantine Aperte” in Irpinia, promosso dal Movimento del Turismo del Vino.

Le aziende vinicole partecipanti faranno apprezzare le ultime annate prodotte. In provincia di Avellino hanno aderito all’iniziativa le cantine Antonio Caggiano di Taurasi, Di Marzo di Tufo, Feudi di San Gregorio di Sorbo Serpico, i Favati di Cesinali, Tenuta Cavalier Pepe di Sant’Angelo all’Esca, Tenuta del Meriggio di Montemiletto e Terredora di Montefusco.

L’appuntamento serve per favorire la conoscenza del vino e dei suoi territori andando incontro all’interesse degli appassionati desiderosi di capire per scegliere consapevolmente cosa e come bere. Oltre alla possibilità di assaggiare i vini e di acquistarli direttamente in azienda, è possibile entrare nelle cantine per scoprire i segreti della vinificazione e dell’affinamento. L’appuntamento è per oggi, sabato 28, e domani, domenica 29 maggio. Il format è ormai consolidato: aprire le proprie porte ai visitatori che avranno modo di trascorrere un’intera giornata attraverso i vigneti e le zone di produzione, i silos per la conservazione e le linee di imbottigliamento. Ci sarà la possibilità non solo di conoscere i segreti e le curiosità delle più celebri docg ma anche di scoprire i metodi di lavorazione e di affinamento. Gli assaggi, le degustazioni avverranno in abbinamento dei prodotti locali suggeriti dagli stessi vignaioli.

Sempre in tema di manifestazioni legate al vino: a Taurasi l’Associazione “I Taurasi di Taurasi” organizza per domenica 29 maggio, l’evento “Piacere Taurasi”, una giornata (dalle 10,00 e fino alle 22.00 con ingresso gratuito) di degustazioni guidate all’interno del Castello di Taurasi. “Piacere Taurasi” consentirà, dunque, di scoprire i segreti del Taurasi DOCG e dell’Aglianico, ma anche di altri vini che sono il vanto dell’Irpinia, perché conoscere il vino, parlare, assaggiarlo vuole dire entrare in contatto, oltre che con il gusto, con un mondo fatto di luoghi, paesaggi e persone che li producono. Le aziende che hanno dato la loro adesione sono: Antico Borgo, Luciano Barrasso, Cardinale, Caspariello, Guerriero, Pacarpi, Mier Vini e Vigna Villae. Vuol essere la prima di una serie di manifestazioni che l’associazione metterà in campo per tutta l’estate.