Ks International a congresso: ecco il plantare ibrido, ultima novità della struttura

706

MERCOGLIANO – Si è aperto ieri, a Mercogliano, il XII Congresso nazionale Ks, che si concluderà domani.

“La Ks International è un fiore all’occhiello per tutta la provincia di Avellino. La dottoressa Fusco è riuscita a far diventare la sua struttura, il suo centro medico, un importante punto di riferimento nazionale e, di questo, tutto l’Ordine dei Medici ne è particolarmente orgoglioso. A Mercogliano arrivano pazienti da tutta Italia e questo conferma, ancora una volta, quanto l’Irpinia sia all’avanguardia nel campo della ricerca medica”. E’ quanto affermato dal dottore Antonio D’Avanzo, presidente Ordine dei Medici di Avellino, che, insieme all’assessore Modestino Gesualdo del Comune di Mercogliano, ha portato i propri saluti all’assise.

“Questo – ha continuato D’Avanzo – è uno dei convegni, al Sud, con maggiori contenuti scientifici e culturali. La dottoressa Fusco ha una visione moderna della medicina e noi le saremo accanto in questa sua opera di profonda innovazione che, ormai, porta avanti da anni”. Al congresso nazionale la Ks ha presentato anche un nuovo dispositivo medico che è una possibile soluzione per bambini con il piede piatto e con problemi nelle funzioni senso-motorie del proprio corpo, in particolare affetti da mal di schiena e con alterazioni della postura: il plantare ibrido. “Provvisoriamente lo abbiamo definito così”, afferma la dottoressa Maria Antonietta Fusco (nella foto), direttrice del Dipartimento di Medicina.

“In questo ultimo anno ci siamo “inventati” un plantare che desse la possibilità anche di sostenere meccanicamente articolazioni fuori asse con un sustentaculum, ovviamente introdotto nel plantare nelle zone di maggiore necessità”. La Ks ha presentato anche un altro prodotto altamente innovativo che già sta dando degli ottimi risultati: il “Ks Brief Stimulator”, strumento per il recupero della respirazione fisiologica e diaframmatica: un giubbotto utile per sbloccare il diaframma con ripercussioni su tutto l’organismo sul comparto muscolo scheletrico e sul comparto psicologico: si pensi allo stato di ansia, ad esempio.

La Ks è particolarmente attiva anche nel campo della prevenzione nell’ambito del lavoro. “Apportiamo accorgimenti per evitare danni fisici che emergono in particolare in età avanzata. Danni che possono incidere in maniera rilevante anche sulla spesa sanitaria”, spiega il dottore Mario Ambrosone, U.O. Ortopedia Istituto Auxologico Italiano IRCCS – Milano. Il congresso ha ricevuto l’alto patrocinio del Ministero della Salute. “Strumenti come i plantari della Ks aiutano certamente a migliorare le condizioni di vita degli italiani e, quindi, è un lavoro che anche noi seguiamo con molta attenzione”, ha detto la dottoressa Valeria Mastrilli, dirigente medico del Ministero e direttore generale della Prevenzione.