Gesualdo, tre grandi concerti questa settimana al Castello

181

di Francesco Aufiero

GESUALDO – Il borgo irpino di Gesualdo ospiterà nel suo celebre Castello, durante questa prima settimana di agosto, tre importanti concerti.

Con una delibera di qualche giorno fa, la Giunta Comunale a Gesualdo conferma la vocazione Polifonica del Castello. Con l’utilizzo dei fondi nel 2005, nell’ambito del progetto “Restauro del castello con destinazione a Centro Europeo di Cultura Musicale-Specialistica polifonica” proposto dalla Provincia di Avellino prima e recepito dalla Regione Campania poi, il maniero è stato completato e riaperto al pubblico. Con una quota residua di quei fondi, la delibera, da poco emessa, intende utilizzare la somma di euro 146.400,00, confermando il futuro utilizzo del maniero a scuola di specializzazione polifonica. Si procederà  all’acquisizione di costumi d’epoca, attrezzature, mobili  e strumenti musicali d’epoca compreso clavicembalo, chitarra barocca, organetto, arciliuto, pianoforte a coda. In settimana il Castello sarà quindi sede di serate musicali con artisti molto diversi tra loro.

Si comincia lunedì 1° agosto alle ore 21,30 con Luca Pugliese. Al suo fianco il pianista cubano Aismar Simon Carillo. L’incontro musicale dell’artista frigentino  con il mondo latino, l’amore per i ritmi di Cuba, la musica brasiliana, ed ecco che, sull’onda di questa nuova passione musicale e di una ricerca sempre più aperta alle contaminazioni e al dialogo fra mondi diversi, nasce il Fluido Ligneo latino duo. Musicalità che spaziano dai canti tradizionali del Sudamerica alle musiche popolari del Sud Italia, dai classici della canzone napoletana ai brani del repertorio dei Fluido Ligneo rivisitati in chiave latina.

Giovedì 4 agosto, ore 20,30, sarà invece la volta di “Un concerto per amico” in memoria di Antonio Ratto, prematuramente scomparso. Forte era stato il suo impegno per la valorizzazione del paese prima nella Proloco e poi nella Fondazione Carlo Gesualdo. Per Antonio il rilancio del paese doveva passare per la piena valorizzazione del grande patrimonio artistico-culturale di cui dispone il borgo. Quest’anno, nel concerto a lui dedicato, si esibirà il “Duo Chitarristico Umbro”, composto da Sandro Lazzeri e Emiliano Leonardi.  Il primo, sardo di nascita, sin dalla più giovane età si è fatto apprezzare dal pubblico e dalla critica per le scelte interpretative e di ricerca stilistica con cui ha proposto il vasto repertorio della chitarra, ricco di capolavori. Dal 2012 ha la direzione artistica dell’”Umbria Guitar Festival” all’interno del quale si avvicendano artisti di rinomanza internazionale. Emiliano Leonardi da giovane intraprende lo studio della chitarra classica e si diploma presso il Conservatorio S.Cecilia di Roma. E’ docente di chitarra classica presso la scuola ad indirizzo musicale di Chiusi. Eseguiranno musiche di: Lawes, de Falla, Sor, Rodrigo, Albeniz, Bellinati.

Domenica 7 Agosto, ore 21.00, al Castello arriverano le note dell’Orchestra da Camera di Stato del Kazakistan L’orchestra è stata fondata nel 1991 su iniziativa della celebre violinista Aiman Mussakhodzayeva ed è diretta da Bakhydzhan Mussakhodzayeva. L’orchestra annovera al suo interno tutti professionisti affermati e premiati in concorsi internazionali; il suo repertorio abbraccia ogni stile, dal barocco al classico, dal moderno e alla musica nazionale dei compositori Kazaki. Inoltre l’orchestra esegue spesso brani popolari integrando al suo interno strumenti tradizionali e folcloristici (dombra e kobyz).