Scandone, inizia l’avventura. Primo allenamento sui legni del PalaDelMauro

191

AVELLINO – La Sidigas Scandone Avellino ha svolto nel pomeriggio di oggi il primo allenamento della stagione 2016/2017.

I biancoverdi guidati da coach Stefano Sacripanti e dagli assistenti Gianluca De Gennaro e Max Oldoini (insieme al preparatore Silvio Barnabà e a Francesco Cavaliere), hanno svolto la prima sgambata” di un’annata che si preannuncia ricchissima di impegni, fra Supercoppa, Campionato e Champions League.

Fra i volti nuovi già presenti nella sessione odierna di allenamento, Levi Randolph (primo giocatore a scendere sul parquet), ma anche i nazionali Andrea Zerini e Marco Cusin. Assenti Kyrolo Fesenko (per gli impegni con la nazionale ucraina) e Retin Obasohan.

Della vecchia guardiapresenti Marques Green, Maarten Leunen, Giovanni Severini e Salvatore Parlato. Assente il solo Joe Ragland.

Tantissimi i fan accorsi al Del Mauro (quasi un migliaio) che hanno salutato nel migliore dei modi, accompagnati dai cori degli Original Fans, i protagonisti di una stagione che la Scandone spera di vivere da grande protagonista.

Prima dell’allenamento il diesse Alberani e coach Sacripanti hanno anche svolto la prima conferenza stampa dell’annata 2016-2017.E’ un inizio più facile rispetto a quello dell’anno scorso – ha esordito il direttore sportivo della Scandone. Abbiamo qualche punto fermo in più. Veniamo da una bella stagione e sta finendo un’estate complessa in cui abbiamo lavorato tanto. Sono convinto che quella che sta per iniziare sia una stagione interessante e piena di emozioni.” 

La parola è poi passata a coach Sacripanti:“Sono molto contento di vedere tutto questo entusiasmo. Questo è di sicuro il miglior biglietto da visita per i nuovi arrivati. Prima di cominciare a parlare di quello che sarà – ha precisato il tecnico della Sidigas -, è doveroso spendere due parole sulla passata stagione. Ringraziamo i ragazzi che hanno operato altre scelte professionali. Abbiamo pensato di fare un roster di livello tra Italia ed Europa mantenendo pilastri della passata stagione: Green, Ragland e Leunen ad esempio. Non siamo né la prima né l’ultima potenza economica del campionato ma la proprietà ha provato ad accontentarci. Finali Coppa Italia, play off e passare il primo turno di Champions League, questi sarebbero i nostri obiettivi – ha annunciato il coach della Sidigas.Non promettiamo niente se non grande impegno. Contiamo di disputare una stagione come quella dello scorso anno con una squadra pronta ad allenarsi sempre con dedizione e che abbia un attaccamento particolare alla maglia e alla città.

Di seguito una gallery del primo allenamento della nuova Sidigas Scandone Avellino.